Utente 170XXX
Salve,
vi scrivo per chiedervi un consiglio in merito ai contagi da HIV.
Ho 30 anni e sono stata fidanzata per più di 10 anni,
di consegueza, fidandomi del mio partner, nei rapporti sessuali non ho mai avuto
altra preoccupazione se non quella di prevenire gravidanze indesiderate.
Un anno e mezzo fa mi sono ritrovata improvvisamente single,
di conseguenza esposta a rapporti con persone diverse.
Non rientro in quella categoria di donne che cerca rapporti
occasionali con partner sconosciuti, tutti i rapporti che ho avuto (pochi)
li ho avuti con persone che conoscevo e con con le quali ho avuto o
avrei voluto una relazione stabile.

Detto questo, mi è capitato di avere rapporti non protetti
con due persone, in due periodi diversi ovviamente, delle quali
mi fidavo in quanto donatori di sangue, e quindi controllati.
Fin qui tutto ok.
Peccato che sia venuta a conoscenza del PERIODO FINESTRA !!!
Questo mi ha mandata nel panico, nel senso che
apprendendo la cosa ho capito che il fatto che le loro analisi
fossero perfette al momento del rapporto non mi ha tutelata al 100%
dal rischio di contagio.

Per questo motivo ho deciso di fare il test HIV e vorrei un consiglio in merito:
è necessario aspettare 3 mesi o più dall'ultimo rapporto a rischio
o potrei farlo anche adesso che sono passati solo due mesi?

Premetto che la prima delle due persone in questione è stata con me diversi
mesi ed ha donato il sangue quando già stavamo insieme da circa tre mesi,
quindi, credendo nella sua fedeltà, non dovrebbe esserci rischio.
La seconda invece è quella che mi preoccupa di più, in quanto ho
avuto un solo rapporto non protetto con lui proprio nel periodo
nel quale aveva donato il sangue (risultando sano) ma ci frequentavamo
solo da un mese, ed ho saputo in seguito essere un discreto donnaiolo...

Devo dire che c'è stato un unico rapporto non protetto,
dove non c'è stata nessuna eiaculazione da parte sua, quindi nella peggiore
delle ipotesi spero che questa cosa possa aver contenuto un pò il rischio.

Ora sto uscendo con un'altra persona, con la quale per il momento
non ho avuto rapporti, sicuramente all'inizio useremo il preservativo,
ma quando poi le cose diventeranno stabili (come mi auguro) il
preservativo diventerà scomodo...
Per avere sicurezza che sia sano dovrei far fare il test anche a lui,
cosa che non è assolutamente facile !!!
Come si può fare una richiesta del genere?!
Sinceramente sono un pò in difficoltà...

Ho delle amiche che passano da un uomo all'altro e non sanno nemmeno
come è fatto un profilattico, ed io non riesco a vivere la mia
sessualità in maniera serena, cosa mi consigliate?

Ringazio anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

all'ultimo problema complesso, da lei sollevato, le dico che coraggio, stima e fiducia nel prossimo sono la base per non drammatizzare le relazioni con le persone che ci circondano.

Detto questo poi con i test di ultima generazione il periodo finestra si è ridotto a 30-40 giorni e quindi, al primo quesito posto, le posso dare un sintetico ma preciso sì!

Al secondo quesito mirato le dico invece che per fare un test per l'HIV, ma anche per tutte le altre malattie sessualmente trasmissibili, bisogna avere il consenso diretto, scritto e firmato della persona interessata a farlo e che quindi non si va da nessuna parte se non parlate in modo chiaro ed aperto di questi test assieme.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio molto per la sua risposta dottore,
farò il test appena possibile per fugare qualsiasi dubbio.

Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene!