Utente 295XXX
Gentili dottori,
a febbraio di quest anno mi sono sottoposto ad una serie di esami cardiologici poiché esiste una familiarità con le malattie cardiache piuttosto evidente (padre, zio e nonno) e per controllare un soffio che ho da quando ero piccolo; inoltre mia mamma e mio fratello sono in cura per ipertensione.
L'elettrocardiogramma è risultato assolutamente nella norma (ne avevo fatto un altro sotto sforzo l'anno scorso anche quello nella norma), mentre l'ecografia ha rilevato:
- pattem diastolico transmitralico da alterato rilasciamento del ventricolo sinistro;
- cuspidi aortiche ispessite con mobilita conservata;
- insufficienza tricuspidale minima.
Tutti gli altri valori sono nella norma.
Il medico che ha effettuato l'esame ecografico, persona gentilissima e disponibilissima, mi ha detto che è tutto a posto, di controllare la pressione (soffro di sindrome da camice bianco) e che non c'è bisogno di riprogrammare un esame a scadenza predefinita.
Ho 46 anni, sono alto 171 centimetri e peso 75 kg, colesterolo 180, HDL 47, trigliceridi 140, pratico attività aerobica leggera (running e bici) tre volte a settimana, pressione controllata a casa 125/80 ma che si alza se la misura il medico, leggermente ansioso, fumo quattro sigarette al giorno.
La mia domanda è questa: è possibile fare in modo che quelle "anomalie" riscontrate nell'ecocolordoppler possano in qualche modo rientrare nella normalità?
Ringraziandovi per la vostra cortesia invio
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non sono anomalie importanti,ma nel suo caso vanno escluse cause concomitanti che le giustifichino. In particolare mi sento di consigliarle di approfondire la diagnostica per escludere una vera ipertensione (vista anche la familiarità oltre che il quadro ecocardiografico) con un Holter Pressorio delle 24 h (che però andrebbe fatto durante la stagione invernale per evitare dei falsi negativi).
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 295XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottor Rillo,
grazie mille per la sua risposta.
Essendo un po' ansioso mi è stato consigliato di eseguire l'esame pressorio con il ciclo ergometro; inoltre misuro quasi giornalmente a casa i miei valori tramite apparecchio elettronico; ho anche eseguito un monitoraggio su tre settimane e i valori raramente hanno superato i 90/130, attestandosi mediamente sui 122/82.
Tuttavia la mia domanda era riferita alla possibilità di "rientro" nei valori normali delle anomalie riscontrate nell'ecocolordoppler.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La possibilità "di rientro" come lei dice, dipende dalle cause.... Il test da sforzo viene eseguito non per la pressione, ma per escludere che le anomalie delle quali si parla (ma che personalmente non posso vedere) siano di origine coronarica. Per la verifica dei valori pressori la misurazione come la fà lei, anche se quotidiana, non permette di stabilire se i valori sono nella norma nelle 24 h e per questo le ho consigliato l'Holter di pressione.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 295XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottor Rillo,
grazie per il chiarimento.
Vorrei però riferirle quanto mi è stato detto dal medico dello sport che mi ha sottoposto a ECG sotto sforzo "in soggetti ansiosi anche il solo pensiero di avere un Holter addosso potrebbe modificare i valori pressori; per tale motivo sarebbe consigliabile sottoporsi al test del ciclo ergometro": ma è possibile che si riferisse alla sola attività sportiva?
Grazie mille e cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
No comment....