Utente 481XXX
Salve, circa 6 mesi fa ho accusato una epidimite dopo che ne avevo sofferto una volta 6 anni prima, presentatomi dal medico ho fatto un ciclo di ciproxin, ma dopo una settimana per maggiore sicurezza mi sono recato da uno specialista per effettuare una ecografia, dalla quale risultava solo epididimo infiammato, ma il resto era ok, su consiglio dello stesso ho continuato ad assumere ciproxin per altri 10 giorni per un totale di 17..Il fastidio era calato notevolmente ma per ulteriore scrupolo il mio medico curante mi ha inviato da un urologo, che dopo avermi visitato approfonditamente effettuando anche un controllo prostatico mi ha rassicurato, affermando che per lui era tutto ok,e che il leggero fastidio era dovuto alla infiammazione che stava andando via, non ha escluso che potesse essere derivato da infiammazione prostatica che però non era piu presente ...mi consigliava di assumere ananase per una ventina di giorni, ma solo per sicurezza..
Ho assunto il farmaco e dopo 10 giorni, il dolore era praticamente sparito... cosi ho ricominciato a fare attività fisica, ho fatto una seduta di vogatore 5 volte alla settimana per tre mesi e mezzo ed era tutto ok.Problemi zero.
a fine marzo mi sono iscritto in palestra, dopo averla abbandonata 6 mesi fa al sorgere dei problemi, alla terza giornata di allenamento dopo aver fatto un esercizio particolare in posizione eretta (tirate al mento) ho iniziato ad accusare un lieve fastidio , sempre in zona epididimo sinistro, dolore sordo e leggero che va e viene, alcuni giorni sembra che non abbia niente, poi se faccio sforzi in palestra il dolore ricompare mi dura un po..Ho fatto un controllo e è stata esclusa l'ernia.. seduto il fastidio è assente..
Ho sentito parlare di epididimite chimica dovuta a sforzi intensi come la palestra, potrebbe essere? inoltre non so se c'entri qualcosa ma soffro di feci dure che di rado mi provacano ragadi con fastidio stando seduti...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

oltre ad un'ecografia le consiglierei un ecodoppler testicolare per valutare se fosse presente un varicocele che nei casi di reflusso persistente può dare dolorabilità testicolare, eventualmente ne parli anche al suo medico e se poi fosse necessario ci faccia sapere.

un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 481XXX

Iscritto dal 2007
Grazie dottor Maretti, ho omesso in precedenza, ma ho effettuato nella stessa visita anche un ecodoppler testicolare e non risultava alcun varicocele!oggi in palestra usando pesi leggeri non ho avuto quasi nessun fastidio..non saprei...
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
potrebbe trattarsi di una infiammazione, valuti nei prossimi giorni e se si presentasse ancora dolorabilità esegua una visita.

Cordialità