Utente 298XXX
Gentili Dottori,
Leggendo, oltre gli altri utili servizi in questo sito, questo interessantissimo e completo articolo sulle prostatiti (http://www.studiourologicogallo.it/prostatite.php), volevo chiedevi di chiare il dubbio che ho da tempo: tra i sintomi elencati nell'articolo di una prostatite cronica esclusivamente non-batterica (più lievi di quella cronica), può rientrare anche la febbre? (nel mio caso lieve innalzamento della temperatura). Grazie in anticipo per le risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,leggendo o storico dei post trasmessi,si evince una certa confusione,legata alla,legittima,insofferenza alla cronicizzazione della prostatite.Se la coltura evidenzia una carica batterica positiva e significativa,la terapia antibiotica è mandataria.Il rialzo febbrile non va considerato,necessariamente,legato alla patologia prostatica e solo l'esperienza dello specialista reale,può,a mio avviso,dare una svolta decisiva ad un quadro clinico,di per sé,complesso e potenzialmente multifattoriale.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 298XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille Dottore, gentilissimo.
In effetti rileggendo mi sono accorto di aver commesso un errore di distrazione nella scrittura. Era mia intenzione chiedere se fra i sintomi della prostatite "cronica non- batterica" (che secondo l'articolo sono tutti gli stessi di quella "acuta" in forma più lieve) vi potesse essere anche un lieve rialzo della temperatura, nonostante gli esiti degli ultimi esami colturali negatvi.

Grazie ancora e Cordiali Saluti.