Utente 300XXX
Buongiorno, circa 14 anni fa mi si spezzò l'incisivo centrale sinistro (una piccola parte) e il mio dentista di allora me lo ricostruì con una pasta sintetica, passò il raggio blu ecc. La ricostruzione è durata fino a circa 4 anni fa. Da allora il mio nuovo dentista me lo ricostruisce periodicamente ma sempre mi si ristacca questo frammento di pasta. Perchè? Lui dice che probabilmente deve aprire di più il dente dove si è spezzato, invece io sospetto che il lavoro non sia fatto bene. Perchè la prima volta durò così tanto? Adesso io sto sempre attenta a non addentare il cibo ma si stacca lo stesso e quasi subito. E' possibile che la pasta si stacchi così facilmente? Sono una donna di 50 anni e sinceramente mi sono stancata di andare in giro con il dente spezzato. Grazie, saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/255/La-diga-di-gomma

www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/546/Scegliere-un-buon-dentista-criteri-empirici-di-valutazione

Le rispondo con due link.

Se una ricostruzione dura poco, ci sono solo due possibilità:
1) è fatta male;
2) è fatta bene ma doveva essere fatta una altra cosa.

Può succedere di fare una cosa male: siamo solo degli uomini umanamente fallibili.
Può anche succedere di fare una scelta sbagliata sul tipo di terapia da fare, come ad esempio una ricostruzione al posto di una capsula): continuiamo a essere uomini umanamente fallibili.

Ma fare ripetutamente le cose male è da incapaci, mentre fare ripetutamente la scelta sbagliata è da imbecilli.
[#2] dopo  
Dr. Alessandro Francini
24% attività
4% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Se la parte di dente ricostruita comprende uno dei due angoli dell'incisivo (e non lo sappiamo perchè non l'ha specificato), la scelta che può dare la soluzione definitiva al problema dovrebbe essere l'esecuzione di una capsula, o al limite di una faccetta se il frammento mancante è abbastanza piccolo.

Con ciò non voglio dire che non si possa scegliere la ricostruzione diretta in composito.
Dico solo che in quest'ultimo caso ci si deve rassegnare a rifare periodicamente la ricostruzione, perchè per motivi biomeccanici la stessa non può resistere molto a lungo alle sollecitazioni.Ma ciò può anche andar bene, purchè il paziente ne sia informato e quindi consapevole. Cioè si sceglie la soluzione più semplice, meno invasiva rispetto a una faccetta o a una capsula (ma questa considerazione dipende comunque da quanto è grande il frammento mancante),ma anche meno duratura.

Il fatto poi che la prima volta la ricostruzione sia durata ben 4 anni e le volte successive sia durata nettamente di meno può essere indice (ma anche no) di diversità nelle metodologie tra diversi dentisti.

Ciononostante mi sembra che la priorità sia decidere quale sia il trattamento più idoneo al problema, e quindi agire di conseguenza.
Cordiali saluti