Utente 300XXX
Sono un atelta e pratico i 400m allenandomi 4 volte a settimana. Non ho nessuna allergia, nè alcuno dei miei famigliari. Tre settimane fa, durante un allenamento, ho avuto un attacco di reflusso gastrico, per la cui cura mi sono rivolto all'ASL ricevendo la prescrizione di tre medicinali (riopan, gastroloc e peridon). Dopo una breve complicazione dovuta ad influenza, i sintomi del reflusso sembravano passati, se non che mi è rimasta negli allenamenti una difficoltà respiratoria che si fa sentire soprattutto sotto sforzo, causando anche debolezza (se adesso devo correre 300 metri, dopo circa 150 inizio a sentirmi debole e all'arrivo noto difficoltà respiratorie). Durante la giornata il sintomo non si presenta, ma se respiro a fondo sento come una leggera infiammazione alle vie respiratorie. Inoltre, ho notato che da quando ho questo problema sono generalmente più stanco durante la giornata.
Ho già fatto la gastroscopia per vedere se i sintomi erano collegabili a qualche danno interiore, ma non è stato trovato nulla. Ora sono quasi tre settimane che il problema persiste, senza peggiorare ma comunque impedendomi di allenarmi correttamente, poichè sopra una certa soglia di sforzo (neanche troppo alta) non riesco più a spingere. Grazie per l'aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Nonostante la Sua giovane età e la presumibile negatività degli accertamenti cardiologici cui deve essere stato necessariamente sottoposto in occasione del rilascio dell'idoneità sportiva non facciano sospettare in prima istanza un disturbo cardiaco, Le consiglio comunque di sottoporsi ad un test da sforzo per valutare obiettivamente la risposta del Suo apparato cardiovascolare ad episodi di stress fisico, e per correlare l'eventuale comparsa del disturbo respiratorio da Lei descritto in corso di sforzo strenuo all'attività cardiaca di quel preciso momento.
Cordiali saluti