Utente 268XXX
salve, scrivo per mio padre 80 anni, soffre di ipertensione da molti anni che gli ha provocato nel tempo una cardiomiopatia ipertensiva. oltre l'ipertensione, non soffre di altri disturbi. nel corso degli anni ha cambiato molto spesso terapie per la cura dell'ipertensione perché nessuna la curava adeguatamente. da meno di 1 anno prende il Lasitone ed il Triapin se non ricordo male.
Mesi fa, si senti male accusando astenia, crollo della pressione 95/33 ma sopratutto bradicardia con circa 30 bpm. andammo al pronto soccorso dove lo ricoverarono in UTC perché sospettarono un infarto dato che la troponina e mioglobina erano alterate. dopo 3 giorni di accertamenti, con prova da sforzo finale, i cardiologi dissero che per loro non c'era stato nessun infarto, e affermarono che probabilmente la causa della bradicardia era dovuta al Lasitone.
dopo questo episodio, sospese il lasitone sostituito da un normale diuretico, e il problema non si è più ripetuto. Sospendendolo, la pressione è ritornata ad essere alta e nello stesso tempo si gonfiavano le caviglie (cosa che non succede quando prende il lasitone). di testa sua, ha ripreso il lasitone (spinto anche dal medico di base), dopo 3 settimane di trattamento si è ripresentato il problema del crollo pressorio e bradicardia a 30 bpm.
vi chiedo un vs. parere in merito, se effettivamente il problema lo provoca il Lasitone oppure è solo una coincidenza e va cercata la causa?
grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il,lasitone è composto da furosemide e spiromolattone, e non provoca bradicardia, le assicuro
Programmi un holter cardiaco
Arrivederci
Cecchini