Utente 300XXX
Buon giorno, ho effettuato diverse volte nel tempo la misurazione della glicemia, mediante prelievo di sangue venoso, e questa oscillava tra i 104 e i 108. L'ultimo prelievo , effettuato a marzo indicava la glicemia a 114 ( già fuori range) , ho ripetuto le analisi a metà aprile e oltre alla glicemia il medico mi ha fatto fare anche la glicemia post prandiale a 2 ore e l'emoglobina glicosilata e i risultati sono stati i seguenti: Glicemia 103; Emoglobina glicosilata 5.80; Glicemia post prandiale 2 ore 98.- ( premetto di aver fatto dopo il primo prelievo una bella colazione con due paste dolci ed un cappuccino). CHIEDO: 1) Anche se la glicemia è rientrata nei valori normali, questa è sempre prossima ai limiti (sempre oltre i 100), da cosa puo dipendere questo problema? 2) è possibile che dopo una bella colazione il valore della glicemia sia inferiore di quella a digiuno???? 3) Il fattore di avere la glicemia a digiuno superiore a 100 è indice di qualche possibile problema? 4) Come poter aiutare, tramite alimentazione, a ridurre questo valore? Considerando che mangio in modo regolare e faccio attività fisica moderata. Grazie!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

rispondo alle Sue domande con lo stesso ordine:

1) è ipotizzabile che possa esserci una familiarità o, molto frequente, non rispetta le 12 ore di digiuno tra l'ultimo pasto consumato ed il momento del prelievo venoso;

2) assolutamente si se esiste una normale attività insulinica;

3) al momento no;

4) regolarizzando l'alimentazione durante la giornata, soprattutto al pasto serale e riducendo il consumo di zuccheri semplici e bevande zuccherine.


Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 300XXX

Iscritto dal 2013
Inanzi tutto la ringrazio per la disponibilità e per le risposte, desideravo solo precisare che non vi sono casi di familiarità ne da parte di genitori , ne di nonni , ne di bisnonni, è probabile che non fossero trascorse le 12 ore di digiuno tra l'ultimo pasto e il prelievo ( non conoscevo questo aspetto ) ma anche se non erano 12 di sicuro 10/11 ore erano trascorse ( al prossimo controllo farò il prelievo sicuramente dopo le 12 ore dalla cena).

Per quanto riguarda l'alimentazione seguo una dieta credo abbastanza regolare ( ho avuto un infarto del miocardio quindi per forza di cosa sono abbastanza regolare nell'alimentazione) ho drasticamente ridotto gli zuccheri e i grassi, assumo un quantitativo di carboidrati moderato ( 40/45 gr di pasta a pranzo ( spesso integrale) e occasionalmente un piccolo panino (40 gr circa) a cena, mangio molta verdura maggiormente fresca ma anche cotta e frutta, faccio generalmente due spuntini con yogurt bianco 0.1 ( colazione con fette biscottate 4 o biscotti 3/4 e latte scremato.
Credo che sia buona come alimentazione ......
Vedremo successivamente se migliorerà qualcosa .
La ringrazio nuovamente per il tempo dedicatomi.