Utente 623XXX
Buongiorno Dottori,

ieri mia moglie ha ritirato gli esami dell'urinocoltura ed è risultata positiva all'escherichia coli con una carica batterica pari a 10.000.000. Si è sottoposta a questo esame in quanto affetta da cistite. Negli ultimi mesi questa patolgia le si è presentata svariate volte ed in un paio di occasioni è coincisa con il fatto che io abbia eiaculato al suo interno.
Devo preoccuparmi? Può esere che sia io ad avere questa problematica e che gliel'abbia trasmessa?
Il fatto che il numero di batteri sia elevato è sinonimo di presenza dei batteri nel mio sperma?
Se si dove posso aver contratto questo batterio?
Ho letto su internet che questo batterio può portare alla sterilità. E' vero? Ma possibile che porti alla sterilità senza alcuna sintomatologia?
Mi consigliate di recarmi da un andrologo o dal mio medico di base prima?
Grazie mille per il servizio che offrite.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
CaroU tente,se l'E. Coli portasse alla sterilità,il mondo sarebbe spopolato...Il contagio,molto frequente,è legato,anche,al coito orale ed anale,sempre più frequente nell'ambito della coppia ortodossa e non.Considerando la carica batterica molto elevata,oltre che ad eseguire una spermiocoltura ed un'urinocoltura,approfitterei per sottoporsi ad una visita andrologica.Cordialità.