Utente 300XXX
Salve, sono un uomo di 37 anni e da circa tre mesi ho problemi all'apparato genitale.
Ho notato la formazione di macchie bianche sul glande e poi anche sull'asta del pene con sensazione di secchezza anche sullo scroto. Il mio medico curante mi ha consigliato una cura a base di fluconazolo accompagnato da una soluzione di econazolo (anche mia moglie ha effettuato il trattamento) e non ho avuto miglioramenti, anzi attualmente si verificano incrostazioni bianche proprio sul meato uretrale e il glande è ricoperto di macchie biancastre. Da circa due settimane si manifesta anche una particolare secchezza alla pelle delle mani. E' importante informarvi che circa sei mesi fa ho cominciato ad avere un fastidioso gocciolamento post minzionale curato prima con acido pipemidico, poi con fosfomicina e infine con ciprofloxacina e non è ancora del tutto guarito.
Vorrei capire se si tratta di candida o se è meglio effettuare un analisi più approfondita del problema.
Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Francesco Bruno
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Le terapie che ha menzionate sono corrette.
Le consiglio di ripetere l'esame micologico e poi di praticare una coltura del secreto uretrale, interrompendo qualsiasi terapia antibiotica per non falsare il quadro.
Potrebbe (è solo un'ipotesi) u'uretrite da clamidia.
Un caro saluto