Utente 300XXX
Salve, scrivo perchè quattro giorni fa' mi son sottoposto ad un intervento di frenuloplastica poichè in erezione non mi era più possibile scoprire il glande.
Sinceramente ho paura addirittura che sia stato errato il tipo di intervento dato che non avevo mai avuto problemi di frenulo, ma a distanza di quattro mesi dall'ultimo rapporto, dopo una balanopostite, ho notato che appunto il glande in erezione non dava la possibilità di essere scoperto, mentre a pene flaccido, nonostante si scoprisse, tendeva ad ''appiccicarsi'' alla pelle del prepuzio dandomi dunque anche in quel caso difficoltà. (tutto ciò è durato per circa un mese prima di operarmi)
Ho pensato potesse trattarsi di fimosi.
Adesso, dopo l'intervento, purtroppo continuo a non riuscire a scoprire il glande nemmeno per la medicazione quotidiana (riesco a scoprire solo la prima 'piccola' parte), non per dolore ma per una sensazione di stiraggio e quindi forte fastidio, quasi non ci sia appunto lo spazio necessario.
Oggi stesso inoltre ho notato eccessivo sanguinamento, forse dovuto ai miei tentativi seppur timidi di scoprire il glande.
Chiedo dunque altri pareri esperti per potermi rassicurare o allarmare, ringraziando in anticipo lo specialistà che risponderà e il servizio offerto da questo sito.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

dal suo racconto sembrerebbe che il problema al prepuzio sia nato da una balanopostite che ha provocato una irritazione del prepuzio con infiammazione e difficoltà al suo scorrimento e tale situazione continua a permanere anche dopo intervento di frenuloplastica. Aspetti che sia avvenuta la totale cicatrizzazione e ripeta un controllo dallo specialista per valutare se fosse ancora presente una infezione balano-prepuziale.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 300XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per la tempestiva risposta e la informo che il giorno stesso in cui ho scritto mi sono recato dallo specialista che mi ha operato per un controllo dovuto appunto alle mie grosse difficoltà nello scoprire il glande e quindi nella medicazione, lui forzando e facendomi anche un po' male è riuscito a scoprire il glande e mi ha detto che i punti stanno bene e che non c'è alcun problema, invitandomi poi a fare lo stesso a casa.
Purtroppo una volta tornato a casa e per il resto della giornata ho perso non poco sangue sommato al fatto che mi si è decisamente gonfiata la pelle del prepuzio portandomi ad avere anche qualche difficoltà nell'urinare e impedendomi a maggior ragione di medicare al meglio la zona interessata.
Adesso che sono al sesto giorno ancora ho del gonfiore, e ho notato un leggero arrosamento sul primo punto (per intenderci quello più in alto, sul prepuzio) non riuscendo ancora a fare le medicazioni in modo corretto,
RIferendomi alla sua risposta non escludo assolutamente la sua ipotesi dato che nel periodo successivo alla balanopostite, e quindi durante le prime difficoltà nello scoprire il glande, notavo arrossamenti del prepuzio che a volte quasi appariva secco e della pelle proprio sulla zona del frenulo. Come mi consiglia di affrontare adesso la situazione?
La ringrazio ancora per la disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
continui come può le medicazioni e usi una borsa di ghiaccio per alleviare la dolorabilità.

Cordialità