Utente 300XXX
Salve, volevo chiedere informazioni riguardo ad un episodio che mi è capitato alcuni giorni fa.
Alla mia ragazza l´ultima mestruazione mi è iniziata il giorno 31 marzo verso la sera, il 12 aprile ho avuto un rapporto che è iniziato non protetto per circa 2 minuti alternato a sesso orale dopodiché abbiamo utilizzato il condom. Nell´attività di masturbazione, non ho mai rilevato di avere perdite preeculatorie e posso confermarlo perché l´ho verificato parecchie volte che il glande rimane del tutto secco, solo a volte quando sono in astinenza da alcuni giorni ho potuto vedere la fuoriuscita di una minima goccia di liquido acquoso biancastro nel momento immediatamente precedente l´eiaculazione, specifico immediatamente precedente. Il fatto che mi mette un po in ansia però è che la mattina del giorno 17, quindi 4 giorni e mezzo dopo questo "rapporto a rischio", andando in bagno lei ha notato dopo la minzione delle perdite rosse sulla carta identiche alle mestruazioni, indossato l´assorbente ho trovato altre perdite durante la giornata e ogni volta andando in bagno ho continuato a notare flusso che scendeva e conteneva anche alcuni soliti grumi da mestruazioni...queste perdite le sono durate 2-3 giorni e poi sono scomparse, c´è la possibilità di un rischio gravidanza? Dalle mie mille paranoie è scaturita questa conclusione: per essere incinta dovrei aver avuto la "sfortuna" che tutti questi fattori coincidessero, ovvero: ovulazione al 13° giorno, perdite preeiaculatorie durante il primo minuto, presenza di spermatozoi nelle perdite, fecondazione dell´ovulo nonostante gli spermini siano pochi nel liquido e non abbiano sufficiente spinta, perdite da impianto rosse uguali alle mestruazioni dopo soli 4,5 giorni dal rapporto a rischio.
Da quello che so il liquido preseminale può essere potenzialmente fecondante solo dopo rapporti a distanza ravvicinata, inoltre se questo liquido avesse provocato una gravidanza non credo che l'impianto sia avvenuto dopo soli 5 giorni nè tantomeno che abbia provocato perdite rosso vivo piu volte in 2 giorni in quanto ho letto che le perdite sono piccole, e di colore rosa o marroncino.

So che la domanda è un misto tra andrologia e ginecologia ma l'ho inserita qui perchè quello su cui vorrei avere delucidazioni è soprattutto il liquido preseminale, e vorrei sapere se non avendolo mai notato durante la masturbazione c'è la possibilità che esca durante un rapporto. Inoltre alternando sesso orale e penetrazione per 2-3 minuti c'è la possibilità che questo liquido risalga piu facilmente?

In attesa di una risposta ringrazio tutti anticipatamente
[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

1) Contrariamente a quanto da lei affermato il liquido pre-eiaculatorio non conitene spermatozoi
2) Il sesso orale alteranto all'atto penetrativo non influisce sul rischio di gravidanza indesiderata
[#2] dopo  
Utente 300XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille... Per quanto riguarda queste perdite che ha avuto la mia ragazza iniziate al 18^ giorno post mestruazioni e durate 3 gg quindi posso stare tranquillo. So che fa parte piu dell'ambiti ginecologico peró non vorrei aprire un altro post solo per togliermi delle curiosita, ovvero, a cosa possono essere dovute perdite di sangue abbastanza abbondanti 10 gg prime del ciclo? Aggiungo che l'inizio delle mestruazioni precedenti è coinciso con febbre e inoltre c'è stato anche il cambiamento climatico ultimamente. Poi l'ultima curiosita è se ci sono casi in cui le perdite da impianto possono manifestarsi a 5gg dal rapporto. Queste informazioni mi saranno utili per evitare dubbi futuri. Grazie mille per la gentilezza.
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Sono domande a cui è difficile rispondere non conoscendo la storia clinica della sua fidanzata comunque, torno a ripetermi quando le mestruzioni sono irregolari è difficilissimo se non impossibile fare calcoli su quando queste arriveranno, perchè spesso sono anche influenzate da fattori quali ad esempio lo stress.