Utente 184XXX
Salve , dopo lunghe indecisioni , sono arrivato a fare delle analisi per un sospetto di celiachia e esami di "contorno" poichè due membri della mia famiglia sono celiaci (mia madre e mia sorella) e da tempo sono particolarmente pallido.
Ho ritirato quest'oggi il referto e con mio grande dispiacere , sono risultato positivo ad alcuni di essi.
Innanzitutto vi do una vista più dettagliata dell'esito delle analisi:
ESAME - RISULTATO - UNITà DI MISURA - VALORI DI RIFERIMENTO

ves 2 1^ ora ( 1 - 25)
sodio 139 mEq/L (135 - 155)
potassio 4.6 mEq/L (3.5 - 5.5)
calcio 10.0 mg/dL (8.5 - 10.7)
sideremia 87 mcg/dL (75 - 170)
ferritina 55.9 ng/mL (24 - 336)
tsh 3^ generazione 2.380 uUi/mL (0.340 - 5.600)
proteina c reattiva <0.1 mg/dL (0 - 0.5)
Ab anti-endomisio IgA debolmente positivo negativo
Ab anti-transglutaminasi IgA 8.71 U/mL <4 valori normali , 4-10 border line , >10 valori patologici
Ab anti-gliadina deamidata Ig* 37.1 dubbio 20 - 30 , positivo >30

Appena possibile mostrerò questo referto al mio medico curante e probabilmente il passo successivo sarà la biopsia intestinale per vedere lo stato dei villi.
Ammetto di essere piuttosto allarmato da questi risultati ed è per questo che vi chiedo:
Cosa ne pensate? Può essere un falso positivo? E' indispensabile fare la biopsia per vederci chiaro?
Vi ringrazio anticipatamente , distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
20% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gli anticorpi anti-DGP hanno elevatissima sensibilità e specificità verso il Morbo Celiaco
pertanto penso sia utile la <<biopsia per vederci chiaro>>.

Cordialmente