Utente 301XXX
Salve,
lavoro come operatrice socio-sanitaria in una casa di cura.

Lo scorso febbraio ho avuto un infortunio sul lavoro e dalla risonanza magnetica risulta una protusione posteriore mediana-paramediana sx che giunge a ridosso della radice nervosa omonima (L5-S1).
Risulta inoltre una tendenza alla retilineizzazione della fisiologica lordosi.
L' infortunio verrà chiuso a breve, le sedute di fisioterapia stanno terminando e l'appuntamento con il medico legale dell'inail è già fissato nonostante i dolori persistano.

Vorrei sapere quali sono i miei diritti visto il danno subito e dato che ormai è diventato cronico.
Quando l'infortunio verrà chiuso, ho diritto a rivolgermi al mio medico di base per chiedere un periodo di malattia?
In tal caso farò questo periodo di malattia o verrà riaperto l'infortunio?
Ho diritto ad un risarcimento?
Posso fare causa di servizio?
Quanti potrebbero essere i punti di invalidità che risulteranno dalla visita?

In attesa di un riscontro colgo l'occasione per porgere distinti saluti.
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
non credo che ci siano elementi per il riconoscimento della causa di servizio, a meno che non si riesca a dimostrare lo stretto rapporto causa-effetto, ovvero che la protrusione o ernia del disco si sia verificata immediatamente dopo l'incidente, delle cui modalità però Lei non fa cenno.
In ogni caso per un giudizio di questo tipo, sono necessari ulteriori accertamenti, prima fra tutte la visita medica diretta dello specialista.

Con cordialità