Utente 263XXX
Buongiorno dottori. Vorrei cercare di capire una cosa. Spero anche di riuscire ad essere chiara in quello che vi chiedo. Quando, per cause esterne, una parte del cuore o anche di un vaso sanguigno viene "indebolita" come lo si capisce da eventuali esami? Inoltre, è possibile che un "trauma" non abbia conseguenze immediate ma molto tempo dopo l'accaduto?Ad esempio il cuore viene indebolito, momentaneamente non succede niente, dagli esami non è riscontrabile e tempo dopo invece succede qualcosa?Ringrazio in anticipo per la disponibilità e porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Si tranquillizzi...quello che stà supponendo non può accadere.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio dottore per la risposta. Perché, se non è troppo complicato da spiegare, non può succedere?Grazie ancora!
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Perchè un trauma toracico per dare problemi al cuore deve essere talmente importante da creare ripercussioni acute e tali che probabilmente non staremmo ora a parlarne (es. fibrilazzione ventricolare). Nel tempo non è in grado di creare "indebolimenti" vascolari o altro...
Saluti