Utente 301XXX
Salve a tutti. Avvertendo fastidi e difficoltà nell'avere rapporti ho prenotato ed effettuato una visita specialistica da un andrologo. Pur essendo molto timido a riguardo posso dire di essere fortunato per aver instaurato con il dottore un rapporto molto disteso. Il dottore parla di una leggera fimosi e di un probabile intervento di frenuloplastica e, ovviamente, mi ha fatto palese che l'unico modo di intervenire è quello chirurgico. Per quanto il dottore si sia prestato ad ogni chiarimento io avrei ancora alcune domande da porre. Innanzitutto so di un chirurgo nella mia zona che opera con un laser C02 e sostiene si riduca il rischio di edema, gonfiori o comunque facilitazioni post-operatorie. A fronte di costi molto elevati (si parla di più di mille euro) quanto conviene rispetto ad un classico bisturi?
In secondo luogo vorrei chiedere una delucidazione riguardo a tutti gli "stili" operatori di cui si parla dato che anche il mio andrologo mi ha detto che, pur non essendo all'ordine del giorno, capitano dopo interventi di non totale asportazione del prepuzio (le volgarmente dette circoncisioni parziali) casi di cicatrizzazione esuberante ovvero altre problematiche che poi portano ad interventi correttivi etc. In secondo luogo è palese che rimanere ancora della pelle significa che, a seguito di una ipotetica infezione futura, potrebbe ripresentarsi un caso di fimosi e ri-finire sotto i ferri. A questo punto mi chiedo: quanto conviene questa scuola di lasciare più tessuto possibile? Non è forse meglio togliere tutto il "dente" una sola volta e bloccare ogni possibile complicanza?
In terzo luogo, scusate se approfitto, laddove si optasse per una circoncisione totale quanto più fastidiosa è (rispetto alla parziale) la cheratinizzazione del glande? Io ho degli impegni universitari e di lavoro proprio dieci giorni dopo l'intervento (si tratta di esami all'università o di lavoro in dipartimento nulla di faticoso) potrò affrontarli tranquillamente o c'è bisogno di più convalescenza? Non vorrei che il mio medico fosse troppo ottimista...se così fosse potrei posticipare l'intervento di una decina di giorni..cosa consigliate?
Vi ringrazio in anticipo per la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il giudizio da questa postazione telematica non può che essere in linea con quello datole dallo specialista reale.La tecnica e la tempistica dell'intervento non devono mai essere figli dell'immaginazione ma della esperienza dello specialista.Cordialità.
[#2] dopo  
Prof. Luigi Chiappetta
20% attività
0% attualità
0% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
E' difficile darle un consiglio preciso senza aver visto direttamente il suo prepuzio, da quello che riferisce non è necessario usare il laser, può effettuare tranquillamente l'intervento chirurgico, considerato che lo specialista che la segue, mi sembra un buon medico, non avrà complicanze del tipo di quelle da lei menzionate. Si affidi tranquillamente al suo medico.
Per quanto riguarda il riposo non c'è nessuna controindicazione, può lavorare, studiare e fare altro, l'unico impedimento è l'astenersi da rapporti sessuali per 10-15 giorni.
Diamo la nostra disponibilità ad eventuali approfondimenti del caso.
Cordiali saluti
Prof. Luigi Chiappetta