Utente 301XXX
Buongiorno!
Il mio problema è il seguente: circa un anno e mezzo fa ho subito un'otturazione ad un premolare. Sino ad oggi non ho avuto problemi rilevanti, se non una maggiore sensibilità a freddo...ma non invalidante. Da circa un mese a questa parte, tale sensibilità si è incrementata, tanto che, una settimana fa ho avuto un dolore lancinante che mi ha tenuta sveglia parte della notte e che non mi ha più abbandonato. Il dolore sembra generato dal dente otturato. Ma è possibile che si irradi all'orecchio, alla tempia, a tutta la parte inferiore dello zigomo e si rifletta anche sull'arcata opposta, sottostante il premolare otturato? Premetto che nell'arcata opposta ho un molare con un colletto sempre un po' scoperto. Potrebbe essere più sensibile degli altri al riflesso del dolore? Il mio dentista procederebbe alla devitalizzazione del premolare in questione, secundo lui il nervo del dente in questione ha "sofferto". Inoltre, durante la visita, nel momento in cui ha soffiato l'aria sul dente, ho provato un dolore lancinante che si è irradiato a tutto l'emivolto sinistro. Dolore che il giorno seguente si è presentato con terribili scosse del trigemino. So che il dolore dei denti corre sulle terminazioni di tale nervo. Il mio dubbio è questo: avendo avuto, in passato una paralisi a frigore proprio su quel lato del viso che mi ha lasciato un fastidio neurologico continuo, vorrei essere sicura che il dolore provato in questi giorni sia a carico del dente otturato e non di qualche altra patologia. Premetto che la carie "estirpata" era piuttosto importante.
Grazie per l'aiuto che saprete fornirmi.
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Verosimile che vi sia una maggiore reattività agli stimoli
Verosimilmente se stimolare il dente provoca i disturbi da lei riferiti il problema è circoscritto al dente stesso che va trattato
L'irradiazione ad entrambe le arcate è nota
Una possibile alternativa, ma si manifesta i modo meno acuto e non risponde agli stessi stimoli per cui in realtà la escluderei è un problema all'articolazione temporomandibolare che può presentare uguale irradiazione
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 301XXX

Iscritto dal 2013
Grazie Dottore per la tempestività!
Purtroppo la gravidanza mi ha fatto questo regalino ai denti, cui non ho mai avuto alcun problema. E' per questo che non conosco il mal di denti e quindi non sapevo che si potesse irradiare così tanto, confondendomi sul "vero responsabile del dolore".
Cordiali saluti