Utente 291XXX
Buongiorno ho 48 anni e da circa vent'anni ho scoperto di avere mediamente il colesterolo tra i 230 e i 260 con un rapporto colesterolo tot./hdl intorno a 5, naturalmente questi valori sono comunque il risultato derivante da un'attenzione completa riguardo all'alimentazione. Non fumo pressione tendente al basso glicemia nei valori giusti, lavoro sedentario, moderata attività fisica trisettimanale.Il cardiologo dopo aver visionato le ultime analisi recenti (255 col.tot-55 hdl) nonostante la valutazione dei fattori di rischio generali e la considerazione che i valori in se e per se non sono allarmanti ma considerando la durata (vent'anni) della problematica mi ha consigliato di assumere 10 mg di simvastatina.Il risultato dopo due mesi è 151 col. tot e 56 hdl.
A questo punto sarebbe meglio evitare le statine e passare a qualcosa di meno "invasivo" oppure dimezzare la dose e proseguire. Ci sono parafarmaci tipo...Eulipid o Armolipid Plus e gradirei sapere se questi sono sempre preferibili rispetto alle statine.Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
A mio giudizio lei può e deve continuare con la statina che assume al dosaggio attuale. Altre modalità terapeutiche non sono necessarie, anche perchè la terapia che stà osservando non è "invasiva" come lei dice.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la sua preziosa risposta,
Saluti.