Utente 278XXX
Buongiorno gentili dottori, vorrei gentilmente avere un vostro parere in merito alla necessità o meno di fare degli accertamenti dopo quello che mi è accaduto: ho preso uno spavento per uno sbandamento improvviso dell'auto (NON guidavo io), immediatamente ho avvertito una fitta forte, in corrispondenza del cuore (la sensazione era come se mi avessero stritolato il cuore in una morsa, come schiacciato improvvisamente!), e una sensazione di "mancanza di sangue" nel braccio sinistro e nella mano, diventati poco sensibili e strani, insieme a una specie di vertigine in testa, come se il cuore non avesse mandato sangue. Il braccio, e la mano, hanno subito iniziato a "formicolare", come quando si tiene il braccio sollevato per lungo tempo e "manca sangue" per la minor circolazione. Ho avvertito anche un pò di nausea poco dopo. La fitta al cuore è stata istantanea ed è passata in pochi secondi, i sintomi al braccio e alla mano invece sono durati di più e nel giro di qualche minuto sono passati.
Premetto che ho fatto ad ottobre un elettrocardiogramma risultato normale.
Non so se può essere utile fare un controllo, cosa mi consigiate? Ultimamente (anche prima dello spavento) mi è capitato, da in piedi, di avvertire dei capogiri, tipo delle vertigini che mi sembra di svenire ma riesco a rimanere in piedi, l'ho imputato alla primavera e al fatto che ho sempre avuto pressione un pò bassa. Vorrei stare tranquilla di non avere danni al cuore dopo quest'episodio, perchè il dolore è stato forte e anche la sensazione di mancanza di sangue nel braccio molto brutta. Può essere semplicemente che per lo spavento il cuore abbia "saltato un battito"?? Può avere delle conseguenze, dei danni al cuore?? Grazie mille per il servizio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
In questo modo non è possibile risponderle...faccia prima una valiutazione cardiologica presso uno specialista di sua fiducia..
Saluti