Utente 301XXX
Ho 22 anni. Lamentando algie perineali da mesi (col pene in erezione) mi sono rivolto ad un urologo che dopo la visita e un'ecografia ha escluso una patologia di tipo strettamente uro-andrologico. Mi ha consigliato di fare una risonanza al rachide ritenendo che il dolore possa giustificarsi per una nevralgia. Mi sono recato dal medico di base per ottenere la ricetta e, dato che in precedeza su consiglio dell'urologo avevo fatto delle foto del pene in erezione, gliele ho mostrate. Il medico ha notato un anomalo rigonfiamento sul ventre del pene alla base esattamente in centro (quasi tra i due testicoli considerando che in erezione sono molto retratti). Mi ha detto che potrebbe essere "un cedimento del corpo cavernoso, una sorta di ernietta" e di parlarne con l'urologo. Ora dato che non vedrò lo specialista se non tra tre settimane, vi contatto per sapere che cosa ne pensate (ovviamente sono disposto ad inviarvi le foto per un parere). Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

trattandosi di dolorabilità alla base del pene quando questo è in erezione ed inoltre rilevando anomalie nella sua conformazione, sempre in erezione, le consiglio un'ecografia dinamica peniena che permetterà di verificare eventuali anomalie delle strutture peniene.

Un cordiale saluto