Utente 673XXX
Gentili dottori,
vorrei sottoporvi un problema che mi affligge da tempo.
La scorsa estate mi sono comparsi numerosi puntini rossi sui palmi delle mani e successivamente anche nei piedi, in seguito ad un'eccessiva sudorazione che non avevo mai riscontrato prima di allora.
Poi si la situazione si è aggravata ulteriormente: si è manifestato prurito, gonfiore e alla fine della giornata facevo addirittura fatica a muovere le mani.
Mi hanno prescritto creme al cortisone e antitraspiranti che mi hanno aiutata ma in maniera molto lieve.
Nel mese di agosto ho avuto la mononucleosi, con febbre molto alta e alla fine della malattia anche le mani sono guarite, smettendo anche di sudare pur essendoci ancora molto caldo.
Ho attribuito l'episodio alla monunucleosi, sapendo che può causare fenomeni di papule o macchie e non ci ho più pensato.
Però quest'anno il fenomeno si sta ripresentando in maniera sempre più grave, dandomi problemi a fare qualsiasi cosa, anche sul lavoro.
Ho consultato vari medici, alcuni mi hanno suggerito le iniezioni di tossina botulinica, ma non sono sicura che sia tutto attribuibile soltanto alla sudorazione. Cosa ne pensate? Ancora non sono riuscita a risolvere il problema e ho paura che con l'aumentare del caldo, il dolore alle mani aumenterà ancora.
Grazie mille in anticipo per la vostra consulenza.

[#1] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
SARTEANO (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
da ciò che riferisce sembrerebbe che i colleghi abbiano fatto diagnosi di disidrosi palmoplantare, la causa di tale patologia a volte rimane sconosciuta altre può essere ricondotta ad intolleranze alimentari, in alcuni casi è stata attribuita ad un aumento della sudorazione in periodi di stress o ansia.
Potrebbe però essere causata anche da un' infezione locale batterica o micotica.
La luce del sole sembra aumentare gli attacchi di disidrosi, alcuni pazienti collegano la comparsa delle vescicole e dell'irritazione alle prime esposizioni al sole primaverile. Altri pazienti notano la comparsa della disidrosi al contatto con l'acqua clorata delle piscine o con acqua del rubinetto.
Se la pelle è mantenuta umida il processo peggiora.
Per questo motivo, è bene indossare guanti, calzini e scarpe in modo da far traspirare la pelle.
La disidrosi non è contagiosa e può avere carattere ereditario.
E' stato ipotizzato anche un collegamento con le infezioni intestinali ,poichè è stato notata una regressione dei sintomi dopo la guarigione.
Normalmente può essere presente un lieve edema, ma raramente un edema imponente che porta a limitazione funzionale come da lei descritto, per questo motivo le suggerisco, prima di effettuare una qualsiasi terapia sintomatologica, di indagare a fondo il problema con esami ematochimici specifici, un'esame colturale ed eventualmente un punch biopsy, perchè potrebbe trattarsi anche di una forma di pustolosi palmo plantare oppure di psoriasi, tanto per citargli alcune patologie, ma la lista sarebbe lunga ed è quindi bene differenziare per curarsi al meglio.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 673XXX

Iscritto dal 2008
Volevo precisare che i puntini sulle mani sono solamente piccole macchioline rosse, non pustole, non contengono liquidi e non perdono nessun tipo di squame o pelle.
Se la temperatura si abbassa o metto del ghiaccio sulle mani i puntini scompaiono, ma solo finchè tengo il ghiaccio, poi tornano come prima. Se non sudano, non compaiono nemmeno i puntini.
Potrebbe essere ugualmente qualcosa di carattere micotico?
Dimenticavo di aggiungere che negli ultimi tempi sono stata curata con antibiotici per un'infezione intestinale che però non avevo avuto l'anno scorso durante l'altro episodio delle stesse macchie.
Quali esami dovrei farmi prescrivere dal mio dottore?
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
SARTEANO (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Utile , dopo queste precisazioni, oltre alle indagini che le aveva indicato fare in primis anche un patch test per escludere una dermatite da contatto o su base allergica.


Saluti
[#4] dopo  
Utente 673XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille per le sue risposte!
Saluti
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Confermo l'iter diagnostico che dvrebbe prevedere per ogni caso di disidrosi palmo plantare, l'utilizzo della metodica PATCH TEST per l'esclusione di diatesi allergiche.

cari saluti

[#6] dopo  
Utente 673XXX

Iscritto dal 2008
Grazie delle risposte.
Potrebbe quindi essere ugualmente una forma allergica anche se compare solo nel periodo estivo ed è legata alla sudorazione? Se fosse un'allergia non dovrei averla sempre?
Ho notato anche che prendendo per somministrazione orale delle pastiglie di cortisone Bentelan (come consigliato dal mio medico nei periodi in cui il disturbo è maggiore), le macchie vanno via e smetto di sudare. Però questo avviene limitatamente al periodo in cui prendo il cortisone e ovviamente non è possibile prenderlo per sempre...
Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
SARTEANO (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Potrebbe ugualmente essere una forma allergica, vi sono forme di allergie stagionali ( legate ad allergeni presenti solo in determinati periodi dell'anno) oppure perchè è lei che entra in contatto con quell' allergene in quel periodo.
Con il cortisone è ovvio che risolva il problema, ma come giustamente ha notato la cosa è solo temporanea e sintomatologica, il problema va risolto a monte...


Cordiali saluti