Utente 231XXX
Gentili dottori,

ormai più di due mesi fa io e la mia ragazza abbiamo effettuato un trattamento per la candida.
Dopo qualche rapporto con lei mi capitava di avere dei sintomi chiari di una candida. Prurito innanzitutto, puntini rossi che si estendevano su tutto il glande per poi fare spazio a una desquamazione che nel giro di qualche giorno poi terminava e tornava in condizioni fiosologiche. Più o meno accadeva sempre in questo modo. E' capitato un paio di volte, ho esposto il mio problema al medico di base, ci siamo curati tutti e due (lei con ovuli, io con canesten) e non abbiamo avuto più problemi.

Da qualche settimana a questa parte, però, noto che dopo la masturbazione (non so se dopo un rapporto sessuale avvenga pure, penso di sì) compaiono sulla punta del glande dei puntini rossi. Con il passare delle ore, tuttavia, passano senza provocarmi problemi. Nessun prurito, nessun bruciore, nessuna desquamazione.

Sono un po' timido, quindi ho aspettato a farmi vedere dal mio medico di base. E' ancora candida? E' un problema di disidratazione? Va bene se vado dal mio medico di base piuttosto che da uno specialista?

Grazie per l'ascolto.
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
potrebbe essere solo un problema di iperemia -congestione delle anse capillari che traspaiono attraverso la mucosa,o comunque fatti banali irritativi della mucosa, che vanno regredendo poi autonomamente.
Questa come mera ipotesi.
Per la certezza deve fare la visita , che la invito a fare se il disturbo dovesse incrementarsi.
Cordiaità