Utente 230XXX
riporto foglio dimissioni di mia madre di 68 anni:

II 5/4 - episodio di malessere con perdita di coscienza per cui veniva soccorsa si iniziava RCP. All'arrivo del 118: ritmo non defibrillabile e polso periferico non rilevabile. Si procedeva quindi a:
Ecocardiogramma: ventricolo sinistro ipocinetico.
Coronarografia: stenosi severa intrastent del ramo interventricolare distale, del primo ramo
diagonale, della coronaria destra distale (non occlusioni acute). Posta indicazione alla
prosecuzione della terapia medica.
La Paziente veniva quindi ricoverata presso la Rianimazione dove veniva sottoposta a protocollo ipotermia.
• Dal giorno 11 al 16 aprile la Paziente è stata trasferita a Faenza ed in tale sede viene segnalato escreato positivo per Stafilococco MSRA e Klebsiella Oxitocica.
• II 16/4 ritrasferita in Rianimazione dove è stata dapprima reintubata; successivamente si è resa necessaria la tracheostomia.

-Marker di citonecrosi miocardica: Troponina I 6.815 ng/l, CPK Tot/mB 416/50.3 ng/ml.
Tra gli esami ematochimici si segnala: Hb 10.7 g/dl, PTL 527.000, GB 6.120, creatinina 0.89 mg/dl,
potassio 4.1 mmol/l, glicemia 118 mg/dl, Colesterolo Tot/HDL/Trigliceridi/LDL pari a 142/30/158/84 mg/dl,
TSH/FT4 pari a < 0.15/20.
Rx Torace: assenza di lesioni pleuro-parenchimali a focolaio.
Ecocardiogramma: ventricolo sinistro di dimensioni ai limiti superiori, lievemente ipertrofico e con
ipocinesia globale con FÉ di circa 40%, insufficienza mitralica di grado lieve-moderato.
Il consulente endocrinologo:
• In merito al diabete è stata consigliata terapia con Novonorm 0.5 mg 1 cp a colazione-pranzo e cena.
• Per I ipertiroidismo è stata consigliato inizio di terapia con Tapazole 1 cp/die e controllo di anticorpi anti recettore TSH ed ecografia della tiroide. Dopo 2 settimane di terapia con Tapazole controlla l'emocromo per escludere leucopenia, dopo un mese nuovamente TSH, FT3 e FT4.

ECG alla dimissione: RS, EAS.
Conclusioni: perdita di coscienza di n.d.d. in Paziente con cardiopatia ischemica post-infartuale con FÉ di 40%, esiti di pregresse angioplastiche del ramo interventricolare anteriore, circonflesso e 2° ramo marginale ottuso. Malattia coronarica distale del ramo interventricolare e della coronaria distale non suscettibili di rivasrolarizzazione. Si segnala incremento dei marker di citonecrosi miocardica legati alla bassa portata (non documentazione di occlusione coronarica, assenza di variazioni ECG e modificazioni della cinetica distrettuale) pur tuttavia si è deciso di effettuare terapia con doppio antiaggregente per 12 mesi. In telemetria non sono state documentate aritmie. Riteniamo al momento opportuna la prosecuzione della terapia medica.
Conclusioni- stenosi severa del ramo interventricolare anteriore distale e coronaria destra distale
Ventricolografia sinistra
Angiografie
Ventricolo sinistro di normali dimensioni , lieve ipocinesia apicale. Normale pressione diastolica
Lesioni coronariche
Coronaria sinistra Stenosi..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La situazione di sua madre appare molto critica, ma non vedo alcuna sua domanda,
Cordialita
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2006
Aggiungo tutto per bene:


TERAPIA FARMACOLOGICA PRESCRITTA:
CARDIOASPIRINA 100 mg, 1 cp dopo pranzo
PLAVIX 75 mg, 1 cp ore 8 da proseguire per 12 mesi
PANTORC 40 mg, 1 cp ore 8
SELOKEN 100 mg, 1/4 cp ore 8 e 1A cp ore 20 ()
TRIATEC 5 mg, 1 cp ore 8 e 1 cp ore 20
LASIX 25 mg, 1 cp ore 8 e 1 cp ore 16
LUVION 50 mg, Vz cp ore 16
CARDURA 4 mg, 1 cp ore 20
SINVACOR 40 mg, 1 cp ore 21
CARVASIN 5 mg, 1 cp s.l. al bisogno
NOVONORM 0.5 mg, 1 cp a colazione-I cp a pranzo e 1 cp a cena
TAPAZOLE 5 mg, 1 cp ore 8

Controlli, programmi:
• Controllare anticorpi anti recettore TSH ed ecografia della tiroide. Dopo 2 settimane di terapia con Tapazole controliare l'emocromo per escludere leucopenia e dopo un mese nuovamente TSH, FT3 e FT4.

Istante di rilevamento:
FEVsn(%):60

Ventricolografia sinistra:
Angiografie:
Ventricolo sinistro di normali dimensioni , lieve ipocinesia apicale. Normale pressione diastolica
Lesioni coronariche.

Coronaria sinistra Stenosi (%)
IVA distale 90 Intrastent e a valle
Cx medio 10 intrastent
1° Diagonale 80
Coronaria destra Stenosi (%)
CDx Distale ; 80 I
Complicanze: Nessuna complicanza
Pagina 1 di 2
- Conclusioni : stenosi severa del ramo interventricolare anteriore distale e coronaria destra distale.

MIA Madre si è ripresa in fretta dal coma (secondo giorno dalla sospensione del coma farmacologico si risvegliava , dal risveglio era vigile e con le funzioni mentali subito complete)è a casa da ieri ed è già abbastanza attiva.

1) le cure fatte e la terapia è giusta, lei lamenta anche che il diuretico la fa' correre in bagno per oggi almeno.
Ha bisogno di altri controlli (eco cardiaca ecc..)
2) il suo cuore e coronarie come possono evolvere,si puo' prevedere qualcosa.
3) il diabete ha provocato il tutto? come migliorare questo
4) centra davvero la tiroide o solo dovuto ai mezzi di contarsto usati ?
5) cosa puo 'fare per migliorare ,quanto puo' muoversi camminare ,fare le scale (secondo pian osenza ascensore)
6) in caso di ricaduta ,di qualsivoglia livello, il farmaco salvavita datole è utile ? se avesse affanno respiratorio bisogna darle ossigeno ,
Sottolineo che lei è stata rianimata prima da una infermera all'aperto (massaggio cardiaco ) poi dal 118.Non si sa' se defribillata..
7 ) NEL REFERTO RISULTA CHE..lo stent si è ostruito o sbaglio ?? caspita ..se è cosi' a cosa è servito 2 anni fa' metterlo...?!

Devo ancora aggiungere i due casi precedenti...






[#3] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2006
Maggio 2011:
ricovero presso questa DO per sindrome coronarica acuta complicata da insufficienza ventricolare sinistra. Eseguita PCI con DES del ramo interventricolare anteriore, PCI con DES del ramo circonflesso al tratto medio e 2° ramo marginale ottuso. Ecocardìogramma pre-dimissione: ventricolo sinistro non dilatato con FÉ di circa 40%, insufficienza mitralica lieve.
• Giugno 2012: ricovero presso la Medicina F per edema polmonare acuto. All'ecocardiogramma conferma di ventricolo sinistro non dilatato con FÉ di 35%, insufficienza mitralica lieve.
• Nell'inverno appena trascorso, dispnea da sforzo (non angor). Eseguita visita cardiologica e consigliato Rx Torace e Prove di funzionalità respiratoria.

Domanda : Ho letto che le infezioni aggravano il problema cardiaco,
lei ha avuto questa sepsi in rianimazione da staffilococco, sembra risolta..ma ha sempre avuto pure prima molto catarro ,per non parlare da intubata e meno anche dopo la tracheotomia,possono queste cose essere rilevanti ..?
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Cerco di rispondere alle sue domande:
1-la terapia mi pare perfetta
2 - non e' possibile prevedere l'evoluzione della terapia aterosclerotica coronarica, anche se con la terapia in corso sicuramente tale evoluzione dovrebbe essere rallentata.
3 - il diabete e' la causa principale di questa situazione: quindi il mantenere con farmaci una eloglobina glicata inferiore al 6% e' fondamentale, cosi' come incoraggiare la paziente a camminare almeno un'ora al giorno .
4 - la tiroide non ha alcun ruolo
5 - deve camminare almeno un'ora al giorno. Le scale pocssono essere tranquillamente percorse, data l'ultima ecografia che lei ha riportato
6 - gli stent, dopo pochi giorni vengono comletamente ricoperti di endotelio normale ed la loro "richiusura" dipende molto dalla attenzione della paziente agli accorgimenti prescritti: camminare, eliminare l'eventuale sovrappeso, ed ovviamente star lontani dal fumo

Arrivederci
[#5] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2006
Si grazie.
..La eco dell'ultimo post è quella del primo ricovero del 2011.
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Avevo capito, c era sxritto.
Arrivederci
Cecchini
[#7] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2006
Per le infezioni puo' dirmi qualcosa..

Inoltre lei sente abbastanza questa terapia ,
non so' quale sia ,se il diuretico ,l'antiipertensivo o per il diabete o il plavix(necessario ,mi pare di capire) ,ma le da' qualche giramento di testa e stanchezza..
Non so' se vanno presi durante il pasto ,forse è meglio ..o è momentaneo o altro.
Grazie.
[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La paziente assume alcuni farmaci che possono indurre astenia, ma sono indispensabili.
Ci si abituera
Arrivederci
Cecchini
[#9] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2006
Salve ,
non esistono soluzioni niettabili con siringa di questi farmaci o di alcuni ,
dato che mia madre purtroppo non li vuole prendere tutti..come si puo' fare..?
[#10] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi sua madre è una grave cardiopatica e deve assumere la terapia indicata.
Arrivederci
Cecchini