Utente 199XXX
Buonasera, ho 45 anni e pratico MTB a livello amatoriale, dopo alcuni mesi di fermo (stagione fredda) ho ripreso ad andare in bici. Al rientro ho cominciato ad avvertire oltre che ad un battito accelerato alcune extrasistole una ogni 2-3 minuti circa. Da allora le extrasistole non sono andate più via. Ho effettuato una visita cardiologica e né con ECC né con Eco sono state rilevate anomalie. Ho pertanto effettuato un Holter in cui sono stati registrati 190 BEV isolati, 1 breve fase di bigeminismo ventricolare 1 BESV isolato. Costante ritmo sinusale con frequenza media 76 b/min (54-127). Avendo una piccola ernia iatale, il cardiologo ha attribuito ad essa la causa della extrasistolia. Ho fatto una cura di un mese per l'ernia ma nulla è cambiato. Ho notato inoltre che dopo l'attività sportiva, la frequenza delle extrasistole aumenta. Ho prenotato una prova da sforzo ma ci vorranno alcuni mesi prima di poterla fare. E' il caso che smetta di andare in bici? E' possibile che pur non avendo sintomi particolari e dopo un mese di cura il problema sia legato effettivamente all'ernia iatale? In caso affermativo, c'è un legame tra sforzo in bici ed ernia?
Ringraziando anticipatamente porgo distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il numero di extrasstoli segnalato all holter è molto basso e tanquillizzante.
La prova da sforzo è fondamentale per capire se queste aritmie tendano ad aumentare o al contrario a diminuire durante sforzo.
Stento a credere che un ECG da sforzo nella sua citta necessiti dianto tempo
Arrivederci
Cecchini
[#2] dopo  
Utente 199XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dr. Cecchini, la ringrazio per l'interessamento.
Effettivamente scrivendo "ho prenotato" ho dato ad intendere di aver già avuto un appuntamento a mesi di distanza. Il problema è che la struttura a cui mi sono rivolto, che è la stessa degli altri esami, ha sospeso temporaneamente le prenotazioni per eccesso di appuntamenti. Mi hanno invitato pertanto a rivolgermi ad altre strutture o ad attendere una trentina di giorni per fissare un appuntamento. Avrei preferito continuare con la stessa struttura per interfacciarmi sempre con lo stesso Medico. A questo punto proverò con una struttura diversa.
Un cordiale saluto.