Utente 302XXX
Metamorfopsia ad occho destro

Gentile staff di medicitalia, da circa un anno sono affetto da una distorsione della visione proprio al centro dell'occhio destro, (ad esempio guardando la parola metamorfopsia le lettere al centro dove cade lo sguardo cioe le lettere "m o r" risultano schiacciate quasi fuse fra loro) minimizzai il problema a suo tempo scambiandolo per una Miodesopsia (cosidette mosche volanti) problema di cui soffro da quando avevo tredici anni. In realta il problema si e aggravato nel tempo, ho fatto due visite oculistiche con due medici differenti e il responso e sempre uguale, entrambi mi hanno detto che soffro di una metamorfopsia, e ad un indagine del fondo oculare hanno costatato un minimo riflesso foveale. ho fatto due OCT ed una microperimetria di seguito i risultati

OCT
-profilo foveale sostanzialmente conservato
-qualche disomogeneita ottica negli strati neuro retinici e del complesso epiteliopigmentato-coriocapillare
-spessore foveale centrale ODX 237 micron; per OSN e di 234 micron
-mappa volumetrica nei limiti della norma
-D.P.V parziale in ODX; totale in OSN sinistro
in sostanza il radiologo temeva un edema maculare, ma dopo l'esame mi ha detto che la macula era buona e che avevo semplicemente un distacco del vitreo

MICROPERIMETRIA
sensibilita media 20 db in tutti i punti dell'occhio sia ODX che OSN
insomma l'esame e perfetto

gli oculisti mi hanno detto che dalla lastra da come ho io la macula destra non si giustifica il problema che soffro e che avrei dovuto sottopormi ad un nuovo OCT fra sei mesi. Non so più che fare, con l'occhio destro ho problemi a leggere, perfino le facce da lontano risultano deformate, quando guido le scritte dei cartelli risultano confuse se guardo solo con l'cchio destro. Fortunatamente con tutte e due gli occhi non mi accorgo minimamente del problema.

le mie domande sono

1) questo disturbo e uscito fuori proprio in un periodo di grande stress psicologico dopo che avevo fatto una dieta che mi aveva fatto perdere 15 kg ed ero in cura con antidepressivi (il Laroxil) possibile che uno di questi fattori sia la causa del disturbo. uno dei medici mi ha detto che forse il farmaco era responsabile, e per saperlo dovro attendere circa sei mesi che venisse lavato via dal sangue.
2) esistono altri esami che posso fare per diagnosticare questo problema (avevo letto della fluorangiografia ma entrambi i medici mi hanno detto che era inutile poiche dall'OCT non era uscito nulla)
3) si puo guarire da questo disturbo? che cosa posso cambiare nella condotta della mia vita per evitare che peggiori (premetto che non fumo, non bevo, lavoro al computer per 15 giorni al mese per 8 ore) porto gli occhiali 5 gradi ODX, e 3,5 OSN
4) ho letto su internet che la metamorfopsia e un sintomo della degenerazione maculare, quanto rischio io.

In attesa di una risposta vi faccio i miei più cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Carlo Ragazzi
20% attività
0% attualità
0% socialità
BERGAMO (BG)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
1) la "metamorfopsia" descritta (ma forse si tratta di micropsia) è reale, quindi il fattore psicologico non è agente causale
2) la fluorangiografia potrebbe essere utile, ma non vedendo le immagini OCT non posso che concordare con quanto Le hanno già detto i Colleghi da Lei incontrati
3) per potere rispondere occorrebbe sapere quale è la causa della Sua micropsia
4) il sintomo è condiviso tra varie patologie: finchè non si fa diagnosi non è possibile esprimere il rischio specifico. Quello generale e legato ai fattori di rischio noti (genetici, comportamentali e specifici)

ciao
Carlo R.
[#2] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
Gentile Dott. Carlo Ragazzi

La ringrazio tantissimo per la rapida risposta, mi dispiace disturbarla ancora, ma non ho capito alcune cose:

1) Che cosa intende quando dice che il fattore psicologico non e agente causale, vuol dire che lo stress non ha provocato questa micropsia e che non ci sono cause psicologiche all'origine del disturbo? mi scusi l'ignoranza ma non so se ho capito bene, potrebbe essere più chiaro? (in effetti mi sembrava strano che lo stress potesse provocare una cosa simile).
2) La micropsia può avere un origine neurologica? cioè non è l'occhio ma il nervo o una parte del cervello a provocare il disturbo? l'oculista mi ha detto di sospendere a tempo indeterminato l'assunzione del laroxil un antidepressivo, per vedere se il problema rientrava. Mi ha anche detto di consultare il neurologo che me lo ha prescritto.
3) Se fosse un problema neurologico, esiste una riabilitazione visiva (cosi come esiste una riabilitazione del linguaggio o motoria?)
4) l'oculista non mi ha prescritto nulla ne mi ha lasciato norme di comportamento utili alla mia vista. Posso continuare con la dieta? Posso associare un pò di sport, visto che il mio e un lavoro sedentario e non pratico attivita sportiva da più di 15 anni? Le vitamine per gli occhi sono utili?
5) Mi rendo conto che un consulto on line a dei limiti, lei non ha visto le lastre, ma se vuole posso fare uno scanner in ufficio domani dell'OCT e allegarglielo al messaggio (solo che non vedo il modo di mettere un allegato a questi messaggi).

La ringrazio ancora, in attesa di risposta le auguro una buonaserata