Utente 676XXX
Salve,
è da un paio di giorni che ho questo problema: la pelle (in parte) che ricopre il pene arrossata e alcuni puntini rossi sul glande (come se fosse irritato da sudore). Quando cerco di "scappellare" mi sento come se la pelle fosse attaccata.
Per alleviare questa irritazione dopo ogni lavaggio metto della "Polvere di Fissan". Sembra vada un po' meglio.
A quale specialista dovrei rivolgermi? Ad un andrologo o ad un dermatologo?
Questo mio disturbo può essere causato dalle urine?
Perchè in questo momento sono sotto cura di antibiotici (avalox) e cortisone (deltacortene 25) per delle placche alla gola.
Ringraziandovi anticipatamente vi auguro una buona giornata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

abbandoni da subito le "polveri" e le terapie fai-da te e si rivolga con fiducia al Dermatologo Venereologo (esperto di cute e mucose genitali e competente in questa materia specialistica) al fine di chiarire con esattezza il suo problema.

cari saluti

[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
risolto il suo problema dermatologico , per comprendere poi appieno il suo problema "anatomico" e chiarire la situazione clinica della sua "pelle attaccata" , vista anche la sua "giovane" età, approfitti di questo "disturbo" per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia. Impari dalle donne che lo circondano che sicuramente ,già da anni, conoscono il loro ginecologo.
Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Genitle utente,

ecco un utile compia incolla per migliore definizione orientativa della sua situazione:

La comprensione "profonda", di ogni eventuale problema anatomo-funzionale che può comportare un automantenimento di una qualsivoglia situazione della cute e della mucosa dell'apparato genitale sarà possibile nella stessa sede Dermato-Venereologica:

lo specialista di questa disciplina, non è un difatti un "pellaio" (come in maniera colorita, senza scherno ma con ironia, si definivano un tempo alcuni dermatologi nel mondo scientifico internistico) od un medico miope che non và oltre la barriera-cute (intesa come muro divisionale) ma ad oggi, in virtù della sua formazione, un clinico esperto nelle malattie della pelle e delle sue connessioni con le malattie internistiche, poichè da sempre è valdo il concetto di CUTE-ORGANO SPIA del Corpo.

Altri non v'è - a mio modesto avviso e se si ragiona in termini specialistici (ad oggi in Italia, si sappia che l'Andrologia non è più una specialità [soppressa negli anni '70] ma un perfezionamento della Endocrinologia)- che il Dermatologo Venerelogo (quest'ultima disciplina costituente specializzazione) per le patologie mucosali e cutanee e le loro annessioni con il resto del corpo.


Cari saluti

[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
ribadisco il concetto che , risolto il suo problema dermatologico, ripeto "risolto il problema dermatologico" , per comprendere appieno il suo problema "anatomico" e chiarire la situazione clinica ad esempio della sua "pelle attaccata" , vista anche la sua "giovane" età, approfitti di questo "disturbo" per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia. Impari dalle donne che la circondano le quali sicuramente ,già da anni, conoscono il loro ginecologo.
Per una ulteriore precisazione andrologica infine ricordo al collega Laino che la prima Scuola di Andrologia è stata quella di Pisa che ha aperto i suoi battenti nel 1977 (non chiusi!) e l'ultimo specializzando uscito da questa scuola, dopo i suoi regolari anni di studio, è stato nel 2007 (cioè l'anno scorso). Certo purtroppo , al momento attuale la specialità, che ha sue peculiarità specifiche, è stata fagocitata dall'endocrinologia e della urologia ma ci sono già segnali (vedi ad esempio in Germania) di una sua, spero rapida, rinascita anche sul nostro suolo patrio.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#5] dopo  
Utente 676XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio tutti i dottori che hanno risposto alla mia richiesta, dopo aver consultato il medico di famiglia che mi ha detto che era un'infiammazione mi ha dato di mettere una pomata al cortisone e di fare i lavaggi con l'euclorina, mi ha anche prescritto una visita dermatologica.
Oggi mi sono recato dal dermatologo e mi ha diagnosticato che ho preso la candida. Come cura mi ha dato di fare dei lavaggi (2 volte al dì) con eubos e di mettere una pomata sempre 2 volte al dì(Daktarin).
Ringrazio a tutti, vi faccio i miei più sinceri complimenti per questo forum.
Buon Lavoro.
[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Ci tenga pure aggiornati se vorrà e cordiali saluti