Utente 302XXX
Buongiorno,

Vi scrivo perché avrei bisogno di alcuni consigli legati a un problema che ora vado a spiegare.

Avevo un fibroma pendulo proprio sulla palpebra all'altezza delle ciglia, allora ho deciso di intervenire per rimuoverlo perché ho letto che in quella zona sensibile è meglio asportarlo finché non è di grosse dimensioni.
Sono quindi andato dal dermatologo e dopo aver eseguito la diagnosi me lo ha "vaporizzato" con laser ktp 532.

Nulla di strano, se non fosse che il laser ktp 532 essendo un laser nd:yag a 532 nm (luce verde) so essere uno dei più pericolosi per l'occhio avendo una lunghezza d'onda nel visibile compreso tra i 400 nm e i 1.400 nm. Ho fatto presente questi dubbi al dermatologo il quale mi ha tranquillizzato dicendo che tenendo la palpebra chiusa non ci sarebbero stati problemi.
A questo punto ho accettato il trattamento, ho cercato comunque di guardare in alto per cercare di portare la pupilla fuori dal campo di azione del laser...non so se ci sono riuscito o meno, sta di fatto che ho visto un bagliore verde molto intenso e il fibroma è sparito.

Col passare del tempo però mi sono sorti ancora più dubbi, problemi alla vista non mi pare di averne, ho provato a guardare il cielo (quindi sfondo chiaro) e sfondi meno luminosi ma non mi pare di vedere macchie di nessun genere.
Ho provato a leggere su internet alcuni manuali e ho appreso che "l‘istintiva barriera data dalla chiusura delle palpebre a ogni intensa luce visibile (tipicamente entro 0,25 s) potrebbe non costituire una protezione sicura per laser di classe 3 o superiori" il che mi angoscia abbastanza considerando che i laser medici di quel genere sono di classe 4.

Ora vorrei capire cosa conviene fare, ripeto: non ho alcun "artefatto visivo" per il momento, conviene però prenotare una visita oculistica per vedere la situazione dato che, magari, i problemi potrebbero giungere dopo? A che tipo di esame oculistico dovrei sottopormi per vedere se ho arrecato danni di qualche genere all'occhio e alla vista?

Vi ringrazie per l'aiuto.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gent.mo,
una visita oculistica con esame del fundus oculi le toglierà ogni dubbio.

Un'altra volta, però, se ha un problema vicino agli occhi si affidi ad un oculista
Con la Radiofrequenza il fibroma pendulo si toglie molto bene senza correre rischi oculari

Cordiali saluti
[#2] dopo  
302818

dal 2013
La ringrazio per la celere risposta. Purtroppo mi è stato detto che lo specialista di riferimento era il dermatologo e ho seguito le indicazioni.
Non pensavo che questa problematica fosse in comune alle due "aree".

Volevo porle altre due domande:
1) Da quanto ho capito quindi le mie paure sono abbastanza fondate, vorrei dunque capire se secondo lei in via teorica POTREI aver subito un danno o SICURAMENTE il danno c'è.

2) Volevo inoltre sapere se conviene eseguire la visita subito o si può aspettare, in sostanza vorrei capire se ammettendo il caso ci sia un danno intervenendo subito si può arginare il problema o ormai ,purtroppo, "quel che è fatto è fatto".

Ringrazio nuovamente.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
12% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Se non accusa problemi di fastidio visivo non credo abbia subito danni

Cordialmente
[#4] dopo  
302818

dal 2013
La ringrazio per i chiarimenti, chiedevo più che altro per capire come comportarmi non sapendo se le lesioni potessero dar problemi più avanti nel tempo o se appunto erano subito riscontrabili sotto forma di macchie (cosa che non ho).
In secondo luogo volevo capire se era conveniente effettuare una visita di controllo per, nel caso ci fossero, arginare i danni (sempre se i danni di questo tipo possono essere corretti).

Da quanto ho capito non dovrebbero esserci problemi quindi.

Grazie ancora per tutto, buon lavoro.