Utente 302XXX
Buongiorno , sono un ragazzo di 21 anni e da circa 2 mesi ho diversi problemi al pene

Circa due mesi fa mi sono infortunato durante un intensa masturbazione, ho subito notato dal giorno successivo una "contrazione" innaturale dei tessuti cavernosi e in stato flaccido il pene aveva perso di "elasticità", era contratto e non gonfiò e rilassato come sempre, anche le mie dimensioni in erezione non erano più le stesse, avevo notato anche un certo deficit erettile. (forse dovuto al fatto che cercavo in maniera obbligatoria l'erezione) Avvertivo dolore su tutto il pene, come fosse un muscolo indolenzito. Questi sintomi sono durati circa per una settimana o poco più, dopodiché è tornato tutto alla normalità sia in dimensioni che nell' erezione. Qualche giorno dopo la scomparsa dei sintomi ho notato che la punta del glande aveva assunto un colore pallido che tutt'ora persiste. A volte non è nemmeno visibile, talvolta tende semplicemente al grigio mentre durante l'attività fisica assume di nuovo il colorito pallido. Ho deciso di scrivervi perché da circa due giorni avverto il glande più freddo del solito, quasi congelato a volte.

Può essere questo l'inizio di un deficit erettile grave in un giovane? Confesso che sono terrorizzato e questa recente sensazione di freddo al pene mi spaventa ancora di più.

Attualmente non ho nessun problema nel raggiungere la piena erezione, ne praticando autoerotismo ne durante il rapporto, il glande mi sembra leggermente più molle ma magari si tratta solo di una mia sensazione o paura.

Subito dopo il trauma ho prenotato una visita dall'andrologo che non ha notato nulla di strano ne al tatto ne nell'aspetto, tuttavia io questa "discromia" continuo a vederla e prima il mio glande era roseo e rugoso, ora la punta e pallida e la pelle in quel punto è più sensibile di prima.

Edito: Volevo aggiungere che non ho perso ne le erezioni notturne ne quelle mattutine, sono sempre presenti e lo stimolo sessuale mi provoca ancora forti erezioni, inoltre ho notato che se mi lavo il glande con acqua calda o fredda il colore pallido scompare quai completamente
.
Vi ringrazio anticipatamente so che si tratta di un caso complesso ma perfavore aiutatemi a capire che cosa mi sta succedendo se possibile.

Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la masturnazione è sempre accompagnata dalla paura di romepere o danneggiare qualche cosa, la qual cosa non è avvenuta nesl suo caso, come certificato dal collega. I cambiamenti colore avvengono anche in base allo stato emotivo, e la stessa sensibilità si modifica in base a quello. si tranquillizzi e tutto si sitemerà.
[#2] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio moltissimo per la disponibile e veloce risposta.

Volevo chiederle solamente se secondo lei questo leggero colore pallido e questa sensazione di freddo possono essere dovute a qualche rottura dei capillari del glande e quindi mancato apporto di sangue in esso. Quello che non capisco è come sia possibile questo cambiamento di "aspetto" senza apparenti deficit erettili ma solo una "sensibilità" maggiore della zona scolorita
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
la fifa fa questo e altro. Tranquillo. ev. ne riparli copl collega.
[#4] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
Grazie ancora

La aggiornerò sull'evoluzione di tutto quanto

Distinti saluti
[#5] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno dr. Cavallini

Le confesso che dopo la sua risposta di qualche giorno fa mi sono tranquillizzato molto, la sensazione di "glande freddo" è scomparsa completamente, ho notato che era presente soltanto nel momento in cui effettivamente ci pensavo. Ho avuto un rapporto completo nella giornata di ieri e tutto continua a funzionare perfettamente, la sensibilità maggiore che avvertivo nella settimana scorsa è tornata alla normalità (probabilmente non era presente nemmeno in quella occasione, era soltanto una condizione psicologica).

Persiste tuttavia questo colore grigio-cianotico vicino al frenulo, spero torni normale col tempo.

Saluti e scusi il disturbo.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
macchè disturbo. Per quel colorino lo faccia vedere che non sia modica infiammazione.