Utente 698XXX
Salve, lo scorso anno ho fatto i prick test sulla pelle e sono risultata allergica agli acari della polvere. In casa ho usato ogni precauzione come coprire i materassi, piumoni e cuscini, ho un aspirapolvere con filtro hepa, spolvero regolarmente, lavo ogni settimana le lenzuola del letto. Uso ogni giorno lo spray nasale nasonex. Non ho mai accusato disturbi che mettevo in relazione all'allergia agli acari però con gli anni ho sviluppato una sinusite cronica, cioè ogni raffreddore dovevo curarlo con antibiotici altrimenti non guarivo da sola. Ora uso regolarmente anche lo spray sinuclean e va meglio, cioè non devo usare sempre antibiotici ma riesco a guarire anche da sola quando prendo un raffreddore.
Io ho dei criceti nani che tengo in casa, e un coniglietto nano che mi è stato regalato lo scorso mese, con il pelo lungo. Il coniglio lo tengo in terrazza nella conigliera e lo pettino fuori, in casa non lo porto sto fuori sulla terrazza con lui a giocare.
Il medico dice che dovrei eliminare gli animali perché hanno gli acari sul pelo e non va bene... però in fondo non riesco ugualmente ad eliminare tutti gli acari dalla casa quindi anche se sul pelo degli animali vivono gli acari fa sul serio questa differenza per me ? Io non sono allergica al pelo degli animali ! Mi pare eccessivo farmi eliminare gli animali solo per l'allergia agli acari... fossi almeno allergica al pelo degli animali capirei.
La domanda è questa: devo eliminare i criceti ? Devo eliminare il coniglio ? O prendere un coniglio a pelo corto invece che lungo ? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
se presenta manifestazioni cliniche correlate a una sensibilizzazione allergica nonostante un trattamento cronico, è evidente che il trattamento non è sufficiente.
Le possibilità di intervento sono le seguenti (e Le consiglio di considerarle tutte):
1. minimizzazione dell'esposizione, come correttamente indicato dal collega;
2. rivalutazione complessiva/potenziamento della terapia farmacologica;
3. associazione dell'immunoterapia specifica per acari.
Saluti,
[#2] dopo  


dal 2015
Grazie per la risposta.

Posso chiedere ancora una cosa ? Che è quella più importante visto che non ho ancora trovato una vera risposta.

I seni paranasali devono essere sempre vuoti in una persona sana ?

I miei sono sempre pieni di muco... lo so perché quando uso il sinuclean scende molto pus... quando termino il ciclo di una settimana il muco si ferma... riprende a scendere solo se uso lo spray un'altra settimana. Ormai è un anno che lo uso regolarmente ed è sempre sceso molto pus, anche in assenza di infezioni al naso, cioè senza nessun raffreddore e senza nessuna sinusite. E' come se il muco si forma in continuazione. Ma perché ? A causa dell'allergia agli acari ? Oppure per intolleranze alimentari ? Io ho scoperto quella genetica al lattosio nel 2011. Ho cercato di eliminare il lattosio assieme agli acari... credo che il miglioramento sia stato dato dall'uso regolare del sinuclean che mi puliva i seni paranasali, evitandomi una sinusite dopo il raffreddore. Ho fatto anche esami per celiachia, anche genetici e tutti negativi.
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
«I seni paranasali devono essere sempre vuoti in una persona sana ?»: certo.
«E' come se il muco si forma in continuazione. Ma perché ? A causa dell'allergia agli acari ?»: è verosimile.
«Oppure per intolleranze alimentari ?»: no.
Saluti,
[#4] dopo  


dal 2015
Grazie !