Utente 302XXX
Buonasera,
sono un ragazzo di 29 anni in salute, non fumatore e non consumatore di alcool. A seguito di un solo controllo pressorio del mio medico di base, la p.a. risultava 90/150 (premetto che mi agito sempre molto nella misurazione della p.a. e che avevo fatto tre rampe di scale a piedi per raggiungere lo studio medico); il medico ha comunque ritenuto di prescrivermi immediatamente una pastiglia per abbassare la p.a. in quanto sono in un periodo di forte stress, causato da studio.
Mi sono comunque rivolto anche al cardiologo, che mi ha prescritto esami del sangue ed ecodoppler dei flussi arteriosi renali per escludere ipertensione arteriosa; elettrocardiogramma ed ecocardiogramma sono nella norma. Il cardiologo ha mantenuto la terapia per la p.a., nonostante i valori da lui misurati fossero nella norma (80/130).
I risultati degli esami sono:
creatinina 1.00 (0.70-1.20)
aldosterone 89.0 (35-300)
renina 96.6* (4.4-46.1)
colesterolo, glicemia, trigliceridi e altri esami di routine tutti perfetti.
Ecodoppler renale perfetto: (dal referto) arteria renale dx all'origine dell'aorta misura circa 5 mm di diametro ed è pervia al flusso, indenne da stenosi di natura ateromasica o iperplastica fibrosa congenita.
Arteria renale sx identico a sopra.
a livello renale dx il flusso arterioso appare normale, con VPS di 52 cm/s
a livello renale sx il flusso arterioso appare normale, con VPS di 49,7 cm/s
entrambe i reni appaiono normali per morfologia e dimensioni
anche i flussi venosi renali a livello dell'ilo renale corrispondente appaiono normali.

Anche l'ecografia addominale rileva che entrambe i reni sono nella norma.

Il cardiologo ritiene che il valore della renina sballato non sia imputabile a problemi a livello delle arterie renali in quanto i flussi sono normali e gli altri esami renali nella norma. Mi prescrive di controllare la renina tra 7 mesi e di continuare la terapia per la p.a., dimezzando la dose in caso di abbassamenti, dovuti alla stagione calda.
Il mio medico di base mi parla di una angiotac per escludere ostruzioni alle arterie, ma il cardiologo la esclude categoricamente.
Io controllo regolarmente la p.a. che si aggira sempre tra 85 e 130, nonostante mi renda conto di essere piuttosto agitato durante la misurazione e il periodo di forte stress non aiuta.
Chiedo a cosa potrebbe essere quindi dovuto il valore sballato della renina?
Ringrazio per l'attenzione e per la cortese risposta.
[#1] dopo  
Dr. Decenzio Bonucchi
24% attività
4% attualità
12% socialità
CARPI (MO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Credo che il valore elevato di renina dipenda dalla pastiglia (un effetto fisiologico senza conseguenze negative). Potrebbe dirci il nome farmacologico ? Se ripete l'esame, lo faccia dopo sospensione del farmaco per almeno 10 giorni.
Non penso che ci siano stenosi in base all'ecodoppler.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimo Dottore,
La ringrazio per la sua risposta.
Il farmaco che mi è stato prescritto è Perindopril. Assumo una pastiglia da 4 mg al mattino durante la colazione.
Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Decenzio Bonucchi
24% attività
4% attualità
12% socialità
CARPI (MO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Confermo, la renina alta è dovuta ad un artefatto da ACE-inibitore.