Utente 161XXX
Salve, sono una ragazza di 25 anni, alta 1,75 e peso 58 kg. Sono sempre stata atletica, faccio palestra almeno 2 ore al giorno 4 giorni la settimana e quando non posso e i restanti giorni faccio 1h30 di camminata. Bevo almeno 3 litri di acqua al giorno e un te o una tisana la sera. Non amo molto i dolci quindi li mangio raramente, sono molto attenta ai salati (anzi tendo a mangiare poco saporito) e ho sempre avuto un'alimentazione equilibrata con molta verdura. Nonostante questo ho della cellulite localizzata su glutei e retro coscia che diventa molto più visibile se per qualche giorno non cammino molto o non applico un olio anticellulite ad effetto drenante. Questo inestetismo è comparso da poco più di un anno e nessuno della mia famiglia ne è affetto (anche se soffrono di una cattiva micro-circolazione). Se sono in piedi in questa zona la pelle non appare tonica e liscia, e se pizzicata compaiono dei "buchi". Cosa posso fare? ringrazio anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
gentile utente, sicuramente lo stile di vita è molto importante, nonostante ciò si possono presentare determinati inestetismi.
Non è possibile darle una terapia senza poter valutare l'entità del problema. Esistono molteplici metodiche per contrastare questo inestetismo. Si rivolga ad uno specialista della sua zona (ne troverà anche su questo sito) che le indicherà la strada migliore.
cordiali saluti
[#2] dopo  
296799

Cancellato nel 2013
Come dice il collega questo tipo di patologia (panniculopatia fibrosclerotica o da stasi) è multifattoriale e la circolazione è uno dei fattori principali.

Deve sottoporsi ad una vista da un medico specialista per valutare l'entità del problema. Da quello che descrive sembrerebbe una fase molto iniziale e probabilmante dovrà controllarla con dei trattamenti soft (ne cito alcuni solo per conoscenza: LPG, cavitazione, RF esterna, mesoterapia, massaggi linfodrenanti etc... )

Spesso alcuni di questi trattamenti si possono associare in base al caso.
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gent. utente,

anche nella disciplina "estetica" prima di preoccuparci dell'aspetto, per così dire, superficiale e preoccuparci di decidere come intervenire (magari inutilmente!) dovrebbe escludere o curare quelle che potrebbero essere le cause dell'inestetismo stesso.

Problematiche del microcircolo condizionano fortemente l'evolversi ed il peggiorare della PEFS, così come un'intensa attività sportiva (<<faccio palestra almeno 2 ore al giorno 4 giorni la settimana e quando non posso e i restanti giorni faccio 1h30 di camminata.>>) in alcuni soggetti potrebbe...non essere molto indicata.

Il mio personale consiglio è di intervenire terapeuticamente sulla circolazione venoso-linfatica in modo preciso e di sottoporsi anche ad un esame posturologico (baropodometria; stabilometria) attraverso il quale potrà conoscere anche l'effetto benefico o meno conseguente all'impegno sportivo.

Solo in seconda battuta potrà essere preso in considerazione il/i trattamento/i con finalità estetiche.


Cordiali saluti.


Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
Ringrazio per le gentili risposte :)