Utente 303XXX
Salve a tutto lo staff!!
Vorrei porvi il mio problema:
Da diversi giorni in seguito alla masturbazione (forse stringendo troppo), si è formato un ematoma sull'asta del pene.. la mattina seguente quando sono andato a controllare ho notato una "pallina" proprio al centro dell'ematoma..
Vorrei sapere, se possibile, cosa potrebbe essere..
P.s. non da nessun fastidio e si riesce a prendere cn facilità...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
difficile risponderLe solo in base al suo racconto come è difficile credere che masturbandosi si sia procurato un ematoma..
Per ottenere una risposta professionalmente seria si faccia visitare al più vicino ospedale.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 303XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per la sua risposta..
Ma perchè dovrei dirle una bugia se ho scritto per ricevere delle informazioni?
Vorrei inoltre sapere approssimativamente in quanto tempo l'ematoma si riassorbe.
La ringrazio nuovamente per la sua risposta .
A presto.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

come già dettole dal collega Mallus, difficile confermare da questa postazione che sia un ematoma, è solo una sua possibile "ipotesi" diagnostica.

In questi casi, senza una valutazione clinica diretta, infatti è impossibile formulare una risposta corretta e darle quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico e poi farle anche una prognosi, cioè dirle come evolverà la sua reale situazione clinica

Bisogna, a questo punto, consultare in diretta un esperto andrologo e nel frattempo rivaluti le modalità di manipolazione dei suoi genitali.

Un cordiale saluto.



[#4] dopo  
Utente 303XXX

Iscritto dal 2013
Vi ringrazio per la vostra disponibilità e professionalità!

Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

una attività masturbatoria eccessiva, "violenta" potrebbe deteremianre la "rottiura" diu qualche formazione venosa superficiale della cute dell'asta con evidenza di una chiazza ecchimotica ( macchia bluastra) piuttosto che di un ematoma ( raccolta saccata di sangue).
Comunque nel caso di una sempèlice ecchiomosi o "stravaso" bluastro della cute del pene non si ddve fare nulla di rilevante. Riposo masturbatorio, una crema antinfiammatoria locale ( sentire il medico di famiglia se ritiene opportuna una visita specialistica)
cari saluti
[#6] dopo  
Utente 303XXX

Iscritto dal 2013
Buonasera.. per prima cosa vorrei ringraziarLa per avermi risposto.
Questa chiazza ecchimotica si sta riassorbendo piano piano, ma la cosa cosa che mi preoccupa è questa "pallina" che si è formata al centro di tale chiazza..
Non fa male al tatto, non da nessun tipo di fastidio e riesco a prenderla con le dita.
Cosa potrebbe essere?


Aspetto sue notizie,
Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non sia superficiale e l'invito, a parte tutte le ipotesi di causa che da qui possiamo indicarle, ora deve essere quello di sentire in diretta almeno il suo medico curante.

Ancora un cordiale saluto.
[#8] dopo  
Utente 303XXX

Iscritto dal 2013
L'ematoma si è assorbito finalmente! Tutto è tornato alla normalità, tranne la "pallina"..
Potrebbe trattarsi di una ciste?

Grazie per avermi risposto,
A presto.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Difficile sull'asta del pene!

[#10] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

qando si verifica una rottura di un vasellino suoerfciale che determina la chiazza ecchimotica, il vasellino va incontro ad un processo riparativo, flebitico, con formazione di una rigonfiamento, diciamo "pallina" che nel tempo scomparirà
eventualmente senta un parere medico diretto
cari saluti
[#11] dopo  
Utente 303XXX

Iscritto dal 2013
Gentilissimi Dottori, vorrei ringraziarvi per la vostra disponibilità e professionalità!!
La "pallina" è scomparsa come affermato dal Dottor Diego Pozza.
Ringrazio nuovamente tutto lo staff e ancora complimenti!

Cordiali saluti.
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene tutto quello che bene finisce!

Ancora un cordiale saluto.