Utente 303XXX
Buon pomeriggio, causa mancata gravidanza di mia moglio l'andrologo mi ha prescritto uno spermiogramma con esito "oligo-asteno spermia" ed una spermiocoltura "negativa", successivamente mi ha prescritto i seguenti esami del sangue: - TSH 0,522;
- T3 Libero 3,30;
- FSH 5,2;
- LH 2;
- Estradiolo 32,7;
- Testosterone totale 2,96;
- Testosterone libero 13,66;
- Prolattina 31,2.
Preciso che entrambi i testicoli, dopo cura ormonale in età adolescenziale, sono bene scesi, anche se quello dxc è più piccolo del sx.
Volevo sapere se il volore alto della prolattina può influire sul basso numero di spermatozoi (circa 3.000.000) e sulla loro bassa mobilità.
Secondo voi, inoltre, è possibile l'inseminazione naturale o con mia moglie dovremmo ricorrere a quella assistita? è sufficiente una cura farmacologica?
In attesa di vostre delucidazioni e ringraziandovi anticipatamente vi porgo distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro sighnore,
quel valore di prolattina sembra alto per fattori ansiosi, e non è in grado di dare alterazioni spematiche del genere. Per inquadrare correttamente il suo problema serve una visita da espero collega, un ecodoppler scrotale e nel suo caso anche esami genetici: cariotipo microdelezione Y e screening della fibrosi cistica. Fatto questo si vedrà che strada prendere. Comunque fino a che ci sono spermatozi, è possibile fecondazione assistita.
[#2] dopo  
Utente 303XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille per la puntuale e celere risposta, la terrò informata.