Utente 302XXX
salve,
mio padre (80 anni) è stato di recente operato ad un polmone poichè i medici avevano riscontrato la presenza di un tumore di 3-4 cm.

l'operazione dicono essere andata al meglio e gli è stato tolto credo la parte finale in basso del polmone stesso.

adesso sono passati circa 9 gg dall'operazione ma il recupero è difficoltoso.

sin dal 1° giorno ha l'affanno, ancora oggi ce l'ha, grande debolezza (non riesce quasi a camminare) ha avuto anche diarrea e forti dolori. Adesso sono 3 giorni che gli ha preso anche una tachicardia che non si riesce ad eliminare nonostante la somministrazione dei farmaci specifici.

chiedo gentilmente qualche ragguaglio/consiglio/opinione in merito alla situazione generale ed al futuro (ovviamente ipotetico in base alla vs esperienza) che attende mio padre.

dimenticavo: si è giunti a questo dopo svariati esami partiti per scoprire la causa di un trombo ad una vena profonda della gamba, successivo embolo polmonare (ora dicono rientrato) e di valori della liquidità del sangue che oscillavano sensibilmente da 1 a 7 (credo sia l'INR). Alla fine ad una attenta TAC è emerso quanto sopra... (possono essere connessi i due problemi?)

grazie mille in anticipo
saluti
[#1] dopo  
Dr. Francesco Inzirillo
36% attività
0% attualità
12% socialità
SONDALO (SO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gentile utente.
Si tratta di una caso clinico di un paziente anziano operato di lobectomia polmonare per un tumore polmonare con un recupero post -operatorio un pò difficoltoso.
È praticamente impossibile esprimere dei pareri opportuni in casi così aspecifici. Bisognerebbe conoscere le condizioni cliniche generali preoperatorie. Bisognerebbe conoscere il,tipo di intervento preciso, eventuali problematiche durante il ricovero, gli esami etc etc.
I medici che l'hanno seguito saranno sicuramente a disposizione così come il medico di famiglia.