Utente 677XXX
buongiorno
scrivo per mia mamma che e' stata operata per un duplice focolaio di carcinoma duttale infiltrante.
in data 16/04/2008 gli e' stata praticata una mastectomia con asportazione del linfonodo sentinella.
dai risultati istologici risulta:
estensione pagetoide ai grossi dotti con invasione di piccoli vasi venosi linfatici
linfonodo sentinella negativo
linfonodo satellite negativo
microcalcificazioni no
peritumorali assenti
necrosi tumorale assente
dotto dilatato area fibrotica
grado istologico per carcinoma infiltrante secondo nottingham score totale 2 su 3 ( punti 7 su 9)
1 linfonodo intramammario positivo
tessuto muscolare striato privo di infiltrazione
pt1(m) n1 mx grado 2
con ulterire esam fish her2 negativo
er 100 pgr 40 ki67 40
eta' della pazinte 55 anni
consigliata chemioterapia audivante 6 cicli ogni 21 giorni con antracicline
chiedo cortesemente delucidazioni su che grado di tranquillita deve stare la mia famiglia che non si aspettava tutto cio'.
esistono margini di sopravvivenza e a che percentuale?
sono domande stupide ma cercano risposte concrete.
grazie
il linfonodo intramammario puo' espellere cellule come i linfonodi ascellari?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Addirittura parla di margini di sopravvivenza !

La plurifocalità l'ha già pagata con la mastectomia, mentre buona parte dei parametri sono favorevoli ( linfonodo sentinella negativo,Her 2 negativo ecc).
Il programma terapeutico impostato correttamente giustifica un cauto ottimismo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 677XXX

Iscritto dal 2008
grazie della risposta veloce.
prima di tutto questo tsunami che sta avvolgendo la mia famiglia non potevo immaginare che esiste un sito e persone che lavorano per il prossimo bene come fate voi;non potete neanche immaginare che ancora di salvezza sia la vostra risposta per gente comune come noi.
capisco che per chi sa' leggere quello che c'e scritto nei referti la mia domanda di margini di sopravvivenza sia troppo sagerata, ma e' l' unica cosa a cui penso.
le chiedo a cosa serve il programma terapeutico impostato a mia madre visto che per noi la parola chemioterapia fa molta paura.
grazi di cuore
PS non puo' immaginare che soddisfazione leggere le su parole.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si tratta in questo caso di una terapia PRECAUZIONALE .
[#4] dopo  
Utente 677XXX

Iscritto dal 2008
se mi e' permesso vorrei porvi un altra domanda.
sono venuto a conoscenza che la cura chemioterapeutica con antracicline non sembra portare nessun vantaggio a pazienti con her2 negativo come mia mamma.
visto che gli e' stata programmata un ciclo di 6 chemio con antracicline come ci dobbiamo comportare?
e' vero tutto cio'?
ancora mille grazzie
[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ha già provato a fare la stessa domanda al Suo oncologo curante.
Se lo desidera potremmo integrare la sua versione.
Cordiali saluti ?