Utente 303XXX
Salve, sono un ragazzo di 19 anni, alto 1.90 x 72 kg affetto da extrasistoli pressocchè da sempre. Le prime le avvertivo in sequenza, quindi feci un ecocardigramma che mise in evidenza un prolasso mitralico lieve con lieve rigurgito. Feci due holter, il primo 3 anni fa e l'ultimo lo scorso dicembre, nel quale risultarono essere presenti solo extrasistoli ventricolari sporadiche e monomorfe (non ho il tracciato holter, non mi è stato mai consegnato). Il problema è il seguente: continuo ad avvertire di tanto in tanto (una volta al mese/mese e mezzo) extrasistoli in serie, (5-10 extrasistoli consecutive nell'arco di pochi secondi). Mi spavento tantissimo e ho parlato di questo col cardiologo, il quale non ci ha dato peso, data la negatività del test da sforzo (solo extrasistoli sopraventricolari nella fase iniziale). Non riesco più a fare sport per paura che mi venga qualcosa, e vorrei che venga chiarito se si tratta di extrasistolia benigna o maligna! C'è il rischio che io muoia improvvisamente? non riesco più a vivere sereno! Il mio cardiologo non da peso a queste extrasistoli consecutive dicendo che sono sporadiche, e che quindi sono sicuramente benigne e indipendenti dal prolasso... Vi ringrazio immensamente in anticipo...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
considerata la sporadicità del fenomeno aritmico e la scomparsa delle extrasistoli durante il test da sforzo, non v'è nulla che faccia intendere di una la loro effettiva pericolosità.
Stia sereno e tranquillo
Saluti
[#2] dopo  
Utente 303XXX

Iscritto dal 2013
Dottor Martino la ringrazio immensamente per la celere risposta. Devo ammettere che sono parecchio in paranoia questo periodo. Voglio aggiungere un paio di cose: in primo luogo, ho constatato che nel corso degli anni gli eventi sono drasticamente diminuiti, d'altro canto però mi capita di avvertire extrasistoli singole durante sforzo, in particolar modo quando sono preoccupato, ma anche fino a qualche mese fa, che queste cose non mi spaventavano troppo, mi capitava di avvertire singole extrasistoli sotto sforzo. Mi consiglia di contattare un aritmologo ed effettuare altri esami? Posso essere tranquillo riguardo alla mia paura di rimanerci improvvisamente secco? Inoltre per la ripresa dell'attività sportiva cosa mi consiglia di fare (aggiungo che sono portatore di talassemia, credo si scriva così)? Ho 19 anni e questa situazione è insostenibile, vorrei semplicemente tornare a fare ciò che fanno tutti i ragazzi della mia età...grazie nuovamente in anticipo! Aspetto le vostre risposte
[#3] dopo  
Utente 303XXX

Iscritto dal 2013
aspetto con ansia le vostre risposte dottori! non abbandonatemi proprio ora