Utente 303XXX
gentili dottori, ho 36 anni, forte fumatore da 20, pratico sport (calcio) 2-3 volte a settimana da 6 anni. mio padre e i miei nonni in particolare sono morti di infarto prima dei sessanta anni. vi scrivo perchè da 3-4 giorni di tanto in tanto avverto una forte fitta al centro del petto, zona sterno, che letteralmente mi toglie il respiro (nel senso che se provo a respirare mi fa male). questa fitta non dura più di 4-5 secondi, a volte sono due consecutive. non c'è un momento preciso della giornata o una postura particolare del corpo quando mi prendono...è successo in occasioni diverse insomma. premetto che questo inverno ho avuto problemi gastrointestinali per cui mi è stata riscontrata ernia iatale. è un periodo in cui soffro di colon irritabile.
dato che faccio sport, negli ultimi 3 anni ho effettuato diversi controlli, comprese prove da sforzo, ecodopler 24h (a novembre passato) e l'ultimo controllo generale con ecg di base due mesi fa. è risultato tutto nella norma salvo una extrasistole di nessuna importanza (parole del cardiologo, non mie). mi chiedevo se è il caso di fare altri controlli al cuore, se può essere un problema cardiovascolare (non so, tipo che ho rischiato un infarto, che il mio cuore è affaticato...) oppure il tutto è legato ai problemi gastrointestinali o... cosa? come faccio a sapere se si tratta di semplici dolori intercostali? preciso che ieri, la fitta è stata avertita al centro ma leggermente a sinistra mentre camminavo velocemente (andavo di fretta) oggi e stasera (15 minuti fa) proprio al centro: una forta fitta come se partisse dallo sterno e si ''aprisse'', come se si allargasse (ma leggermente, non ha coinvolto tutto il torace, sempre soltanto la zona centrale e a riposo (mi ero appena seduto sul divano). ho provato a respirare ma non ho potuto, non perchè mi mancasse il fiato, ma perchè l'atto del respirare faceva aumentare il dolore. in ultimo aggiungo che fisicamente sono piuttosto magro, 180cmx67kg, ho il torace piccolo. grazie dell'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
La sua sintomatologia non sembra affatto cardiaca. Ne parli anche con il suo curante per un eccesso di sicurezza, ma il tutto potrebbe esser legato verosimilmente anche ad una banale acidità gastrica.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 303XXX

Iscritto dal 2013
la ringrazio dottore. tuttavia questa sera è occorso un altro episodio: 2 ore fa ero impegnato in una intensa partita di calcetto durante la quale ho corso come un forsennato. ad un certo punto, dopo aver riposato qualche minuto in panchina, sono rientrato e al primo scatto ho avvertito un forte dolore al centro del petto durante la corsa. è stato però di natura del tutto diversa da quello descritto in precedenza: ho avuto come un blocco al centro del petto, leggermente spostato A DESTRA. è stato comunque solo un attimo, veramente due secondi però mi sono fermato all'istante. ho sentito come una fortissima contrazione che mi impediva di respirare, non saprei dire se è stata retrosternale ma credo di sì (è come se lo sterno mi fosse stato spinto su da qualcosa che era sotto...) per evitare di preoccuparmi eccessivamente, però, dopo qualche minuto ho ripreso a giocare a pieno regime e non è successo nulla a parte, ad un certo punto, un dolore alla parte BASSA della schiena. ero a stomaco assolutamente vuoto da diverse ore, non ho avuto problemi di respirazione (salvo il ''normale'' fiato corto a causa dell'eccessiva corsa). mi chiedo, a questo punto, se non fosse stato un semplice dolore di natura muscolare? i cosidetti ''dolori intercostali'' che non ho mai capito bene cosa siano come faccio a riconoscerli?