Utente 238XXX
Buonasera.

Ho quasi 24 anni. Padre calvo, nonno paterno no, nonno materno no e fratello maggiore di 30 anni un po' diradato e stempiato ma non calvo. Da diversi anni (da quando avevo 20 anni sostanzialmente) ho notato una lenta progressione della stempiatura con vertex per ora intatto (direi che sono ad un norwood 2). la miniaturizzazione c'è sulle tempie e sul frontale, si vede anche ad occhio nudo (ad un esame molto attento allo specchio coi capelli rasati, s'intende) ma un millimetro dopo si ferma riprendendo una buona densità. Sono andato due volte (intervallo di 6 mesi) da un tricologo blasonato che mi ha detto che non ho aga, pur avendo sì una miniaturizzazione. Non mi è stato prescritto nemmeno il minoxidil, ma solo uno shampoo per la dermatite seborroica. Ora, dal momento che mi pare che non vi sia miniaturizzazione nella cosiddetta stempiatura fisiologica, come è possibile che essendo nw2 a 23 anni e mezzo io non abbia AGA (pur presentando anche il quadro clinico tipico con dermatite seborroica)? Ho fatto una biopsia cutanea ed esame istologico del vertex per risolvere ogni dubbio e aspetto l'esito, ma vorrei porre la questione anche ai dottori del sito per avere delucidazioni. Grazie, cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
la diagnosi di AGA di solito è agevole e si basa principalmente sulla clinica e secondariamente sui test laboratoristici e clinici,quali videodermatoscopia ,tricogramma, etc
Già il fatto di avere una miniaturizzazione con quadro clinico in accordo con le comuni scale per l'AGA orienterebbe , ma pare vi sia stata una esclusione a favore di che diagnosi? Solo DS?
La biopsia viene riservata a patologie cutanee veramente dubbie ed è alquanto inusuale in un caso come quello descritto (ma ovviamente mi mancano dati obiettivi).
Riconsiglierei una visita più approfondita .
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 238XXX

Iscritto dal 2012
Come le dicevo, ho effettuato due visite tricologiche nel corso di un anno solare, ad intervalli di 6 mesi. Sono stato sottoposto a videodermatoscopia (credo) per valutare la densità dei capelli in rapporto alle zone non soggette ad aga (conta dei miniaturizzati ecc.). Poi ad un pull-test per un mio sospetto di defluvio in telogen, ed il dermatologo ha valutato che anche qui la situazione fosse normale, sebbene trovassi diversi capelli sul cuscino e ne perdessi durante il lavaggio. A fronte di mie ripetute insistenze abbiamo effettuato questa biopsia più esame istologico per avere nero su bianco che non vi è miniaturizzazione nella zona del vertex ma solo (a questo punto lo deduco, ma non è stato detto esplicitamente) un fisiologico innalzamento dell'attacatura che ad onor del vero non è mai stata "perfetta" nemmeno durante il mio liceo ed una DS. Per quest'ultima per ora uso shampoo "comuni" (sebiprox 1,5 per sei mesi poi restivoil complex) in attesa dell'esito della biopsia (effettuata in ospedale) che valuti l'entità e la natura dell'infiammazione per passare a terapia più adeguata per la DS medesima.
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
A questo punto , superato tricogramma e test laboratoristici , e di certo esami obiettivi dermatoscopici sul cuoio capelluto ed altri esami clinici, non le resta altro che aspettare l'esito di questa biopsia per aggiungerlo ai dati già in possesso al suo curante, nell'ottica di preparare un adeguato schema terapeutico.
Cordialità