Utente 264XXX
Buonasera,
ho 22 anni e qualche anno fa mi è stato diagnosticato un prolasso della mitrale. In questi anni ho effettuato parecchi controlli, con holter, ecocardiogramma e prova sotto sforzo, ma non mi è stato mai trovato nulla di rilevante, oltre a qualche extrasistole "benigne" a detta dei medici. Mi hanno detto quindi di condurre una vita normale.
Da un paio di giorni però avverto una forte oppressione al petto, come se avessi un macigno posato su, e un nodo alla gola (alla base, per intenderci dove si trova la tiroide). Inoltre ho continue extrasistole e mi sto un po' preoccupando. Ho anche qualche problema di digestione.
Preciso che è stata una settimana pesante perché ho lavorato moltissimo, fino a 12 ore al giorno, e mi sono stancata molto. Ho anche fumato tantissimo. Mi sto un po' preoccupando, secondo voi dovrei effettuare un esame cardiologico giusto per stare tranquilli?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Deve solo cercare di effettuare, se possibile, un ritmo di vita più regolare e nel contempo smettere di fumare.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
Gentile dottore,
purtroppo il mio lavoro non mi consente di lavorare meno di 10 ore al giorno, implica oltretutto il camminare tutte e 10 le ore. E' molto stancante ma non posso fare altrimenti. Cercherò di ridurre le sigarette, ma secondo lei è opportuno che in seguito agli episodi degli ultimi 3 giorni (oggi a causa degli stessi ho lavorato molto male e non posso permettermelo) faccia qualche controllo?
[#3] dopo  
Utente 264XXX

Iscritto dal 2012
Dottore,
scusi se scrivo ancora ma sono sempre più preoccupata. L'oppressione è sempre più forte, mi sono dovuta astenere dal lavoro per tre giorni e oggi sono andata via prima. Sono comparsi altri sintomi, come dolori al petto e dietro la spalla e mal di testa improvvisi e violenti. Il tutto sempre accompagnato da extrasistoli e battiti accelerati. Il riposo di 3 giorni e la riduzione (notevole) del fumo non sono serviti praticamente a nulla. Vorrei capire se possano esserci delle cause serie a monte e se dovrei effettuare qualche esame di controllo, perché non posso e non voglio andare avanti così, è invalidante. Grazie