Utente 248XXX
Buonasera. Vi scrivo per un inconveniente accaduto oggi.
Premetto che se ho la possibilità mi alleno quasi ogni giorno: 3 sedute di corsa da 35 min. circa alla settimana e 2-3 sessione di allenamento a corpo libero a casa.
Detto ciò oggi ho voluto provare un tipo di allenamento diverso, 4 serie da 1,5 km di corsa, intervallate da 3 sedute di esercizi fatta da addominali, flessioni e dip tricipiti.
Durante le sessioni di corsa sentivo i muscoli più sciolti del solito ma con un leggero senso di oppressione alla parte superiore del petto a cui non ho dato peso visto che il fiato era più che buono.
Una volta finito però, mentre camminavo verso casa, ho incominciato a sentire il senso di oppressione al petto sempre più forte simile a quando ci si spaventa o alla crisi di panico accompagnato da pressione alla testa (che però non mi impediva di camminare bene) e molta, moltissima paura che stessi per sentirmi male.
E' stato molto forte, ho incominciato addirittura a recitare a mente la tabellina del 3 per controllare che l'apporto di ossigeno fosse giusto.
Inoltre questa "crisi" si è sviluppata in due parti, perchè è arrivata fino ad un massimo per diversi secondi, poi sembrava essere passata, per poi ripresentarsi per altri diversi secondi. Il tutto è durato l'arco di 150 mt. a piedi.
Non avevo dolori, ne sudori freddi o formicolii ci vedevo bene, ma il senso di oppressione al centro del petto, il bisogno d'aria, la pressione alla testa e il bisogno di chiedere aiuto erano davvero tanto forti
Arrivato al portone di casa era già in remissione, mi sono seduto ed è sparita.

Essendo ipocondriaco ho fatto tutti gli esami del caso, numerosi ECG. Un anno e mezzo fa ho fatto un ECG da sforzo su cicloergonometro e a Novembre scorso una visita di medicina dello sport completa di ECG a riposo e dopo sforzo con gradoni.
Quindi non saprei cosa altro cercare, la paura che mi stesse venendo un arresto cardiaco è stata molto forte.

Come pensate che dovrei agire?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
La sua sintomatologia appare semplicemente legata ad una crisi di panico o comunque ansiogena. Stia sereno. Saluti
[#2] dopo  
Utente 248XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per il parere, potrei chiederle una delucidazione al riguardo?
E' possibile che lo sforzo fisico abbia moltiplicato le sensazioni della crisi di panico? Perchè di attacchi di panico ne ho avute tante negli anni, ed anche un paio di attacchi di tachicardia, ma mai dalle sensazioni così forti come ieri.