Utente 152XXX
salve mi chiamo claudio ho 24 anni....fin da piccolo soffro di tachicardia...ma non sono mai riuscito a fare un tracciato fino ad una crisi avvenuta qualche mese fa durata quasi mezz ora...i battiti erano saliti improvvisamente a 203 con rientro spontaneo...l esito del tracciato ha evidenziato una tachicardia sopraventricolare...con battito normale...mi hanno spiegato che nel tracciato il battito appariva accelerato ma perfetto nella sua forma....queste tachicardie vengono scatenate con movimenti precisi...del tipo abbassandomi violenemente tipo per allacciare le scarpe...oppure stando con la schiena piegata e alzandomi di colpo...oppure sempre con la schiena piegata facendo un respiro profondo....o anche quando faccio determinati sforzi in certe posizioni....qualche cardiologo mi ha detto che puo essere lo stomaco che in certi casi provoca una bolla d aria che stimola il cuore...contando anche che io soffro ogni tanto di gastrite e piccoli reflussi......oltre a questo soffro anche d ansia....ma so determinare per quale motivazioni mi si scatena la crisi...in questi ultimi mesi ho un dolore dietro un punto preciso della schiena lato sx in linea retta con il cuore.. ma lo sento molto interno come se fosse dietro un polmone....questo dolore inteso come senso di gonfiore stando rilassato che si accentua soprattutto quando lavoro in quanto comincia a sbattermi in quel punto preciso accompagnato da tremolio generale e spunti di tachicardia...qualche volta mi porta dolori al braccio sx e collo.. addirittura in presenza d qst gonfiore o dolore con alcuni movimenti precisi come ruotare il busto verso dx in modo violento o rilassandomi con la schiena e facendo un grosso respiro si scatena la tachicardia..lla crisi inizia con la sensazione di aria che m arriva dala gola accompagnata da un po di tosse e poi all improvviso scatta a 200..mi hanno consigliato uno studio elettrolitico del cuore...ma sembra strano perche mi vengono solo in determinati movimenti...ed ora che cio questo dolore sono ancora piu frequenti..non capisco come possano venire cosi...mi limito molto nei movimenti e da anni m causa un blocco psicologico per paura di spostamenti o altro....se il cuore è sano a cosa puo essere dovuto tutto questo?? è pssobile che ce un ernia o qualcosa che vada a disturbare il cuore?....tra l altro preciso che quando ho questo dolore mi viene un forte affanno...il caso è un po complesso da spiegare...ho fatto tutti i tipi di controlli negli anni...evidenziata una prolassi della valvola mitralica non invalidante....spero di essere stato chiaro...grazie a tutti per l attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
A dire il vero la sua è una descrizione alquanto confusa... ma andiamo per gradi....
I sintomi che descrive (eccettola tachicardia) non hanno caratteristiche compatibili con un'origine cardiaca e data anche l'età che ha direi che può assolutamente tranquillizzarsi....
Per la tachicardia è o non è una tachicardia sopraventricolare ????? Cosa intende per "tachicardia con battito normale" ??? ... e cosa per "...il battito appariva accelerato ma perfetto nella sua forma"....?????
E' possibile che lei soffra di un'aritmia congenita facilmente eliminabile con un'ablazione transcatetere, ma dalle sue parole questo non è chiaro. Sarebbe opportuno che lei scegliesse un aritmologo di sua fiducia (un cardiologo con esperienza in problemi aritmici) che saprà poi consigliarle cosa fare per ladiagnosie l'eventaile terapia del suo problema....
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 152XXX

Iscritto dal 2010
salve allora...il tracciato ha evidenziato una tachicardia sopraventricolare....loro hanno detto che è benigna in quanto la forma del battito era completa nelle sue onde...cioè era una tachicardia da cuore sano.....io ora non riesco a capire la differenza tra tachicardia ed aritmia....sono stato anche da un chirurgo ma lui tramite una visita non ha evidenziato nulla da far capire l utilita di una ablazione....so solo che in certi movimenti bruschi o sforzi ripetuti cio questi stimoli...e a volte arrivano a 200....sono sempre rientrate da sole...nell ultima crisi dove è stato fatto il tracciato mi sono state fatte vedere delle manovre da fare in caso in cui si fosse verificata una crisi....per fortuna una di questa ha avuto esito positivo in un altra crisi accaduta un mese dopo...sempre per un movimento che ho fatto...purtroppo si verificano inaspettatamente e mi accadono massimo 5 volte in un anno....o in stato d ansia...o quando ce molto calore...o in forti paure