Utente 304XXX
Egr: Dott.,
un mese fa, dopo una caduta sul lavoro dovuta ad alcuni fili volanti rimasti sul pavimento, mi hanno messo al polso dx una confezione di valva gessaa primo raggio incluso per sospetta frattura composta corpo scafoide carpale dx. Il controllo radiografico a distanza di 10 gg. non rilevava evidenti alterazioni traumatiche. Mi sono rivolta ad un ortopedico stante il persistere del dolore che arriva fino al retro dell'avambraccio e alla mancanza di presa nella mano,in quanto mi casca tutto ciò che impugno. Su suo consiglio ho effettuato una Tac il cui esito di ieri è il seguente:
"Non si dimostrano focolai di frattura a carico dello scafoide e delle ossa carpali. Si dimostra una tendenza alla rotazione dorsale della faccetta articolare dell'ulna compatibile con sublussazione radio-ulnare. Linea di interruzione parziale della corticale in corrispondenza dell'epifisi distale del radio in sede dorsale compatibile con infrazione dorsale del radio".
Secondo il suo parere, cosa dovrei fare per ripristinare il corretto funzionamente della mia mano dx.? Prima della prox settimana l'ortopedico che mi ha visitato non è disponibile ed il fisioterapista non mi ha saputo dire molto, per lui vale una riabilitazione con fisioterapia e tecar.
Desidererei capire, considerato che è anche la mano dx e cmq in attesa degli esiti degli esami è già passato molto tempo, utile per intervenire al meglio.
La ringrazio infitamente e La saluto.


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

consigliere di aggiungere la magneto-terapia e un tutore steccato per bloccare i movimenti del polso.

Poi, andrà fatta una nuova valutazione clinica tra 2-3 settimane.

Buon pomeriggio.