Utente 276XXX
Buongiorno, vorrei avere un vostro parere. A ottobre ho iniziato una cura a causa di una depressione con amisulpride e cymbalta. Per 3 mesi a causa di amilsupride (mi è stato detto dal mio specialista che aumenta la prolattina) non mi è arrivato il ciclo mestruale e dopo aver sospeso il farmaco è ripreso quasi regolarmente. L'unica cosa che ho notato è che mi sono riempita di cellulite (allo stadio iniziale) che prima non avevo mai avuto. Premetto che durante la cura sono aumentata di circa 8 kg (dovuto in gran parte dall'amilsupride come confermatomi dal mio specialista e in piccola parte ad un aumento di cibo che ingerivo) e ad oggi peso 60 Kg per 1.67 di altezza e ho 32 anni. Durante il periodo della cura ho sempre giocato a pallavolo 1 volta a settimana e adesso che sto un po' meglio faccio 3 volte alla settimana circa 40 minuti di camminata veloce. Secondo voi può l'amisulpride avermi provocato la cellulite e soprattutto riuscirò a far andar via questo inestestismo (in quanto tempo?) mantendo un'alimentazione regolare e un po' di esercizio fisico? Oppure una volta formatasi il processo è pressochè irreversibile? Grazie per l'attenzione, cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

indirettamente si!

L'iperprolattinemia per alcuni mesi associata ad amenorrea farmaco-indotta, l' aumento della fame e di conseguenza del peso corporeo per aumentata ingestione di cibo, l'inattività motoria...possono considerarsi delle concause importanti a favorire il progressivo sviluppo della PEFS.

Riprenda le Sue sane abitudini: alimentazione corretta e ricca di fibra alimentare, assuma almeno 1,5 lt. di acqua durante la giornata, riprenda a praticare sport o si dedichi a qualche attività motoria aerobica...e potrà notare i primi utili risultati sull'inestetismo

http://www.medicitalia.it/serafinopietromarcolongo/news/2737/Dieta-e-rieducazione-alimentare

Se volesse, poi, intervenire con trattamenti mirati e specifici non dimentichi di rivolgersi ad un Medico specializzato o qualificato in Medicina Estetica della Sua zona.


Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per il consulto e i consigli. Vedrò di applicarmi. Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
12% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2009
Di nulla!


Auguroni.