Utente 304XXX
Buongiorno a tutti,
sono un ragazzo di 26 anni, da qualche mese a questa parte noto di avere erezioni meno frequenti e meno durature, ed in generale un calo della libido. Recentemente ho provato ad avere un rapporto (era la mia prima volta) con la mia ragazza senza successo.
Premetto che in questo periodo sono abbastanza stressato con il lavoro e dormo relativamente poco (nei giorni lavorativi 6-6,5 ore a notte).
Il fatto è che ho avuto diversi altri periodi nella mia vita di ansia o stress (solo il poco sonno è un fattore nuovo) ma non avevo mai avuto problemi d'erezione o di libido (mi masturbavo una volta ogni 2-3 giorni, oggi un po' di meno).
Negli ultimi mesi mi è capitato di guardare video porno (1-2 volte al mese) più o meno da quando ho questo problema, non saprei dire se è una coincidenza. Da quando mi sono fidanzato (1 mese) mi sembra che la situazione sia quasi peggiorata, come se il fatto di entrare in una situazione con stimoli nuovi e diversi in qualche modo mi bloccasse, anche se sto molto bene con lei e la complicità non manca.

Cosa pensate di questa situazione? Potrebbe veramente essere legate ai porno o semplicemente un problema di stress?

Aggiungo per completezza che ho subito un'operazione al pene circa 5 anni fa (molto prima dell'inizio del problema) per recurvatio congenita, con anche taglio del frenulo e circoncisione.
Inoltre sto prendendo del minoxidil e da qualche mese sono passato dal 2 al 5%
Vi ringrazio per il vostro aiuto!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,va da se che l'inesperienza giuochi un ruolo centrale nelle difficoltà riportare ma,considerando il pregresso intervento di recurvatum,nonchè la terapia con minoxidil,ritengo che vi siano due ottimi motivi per porre una diagnosi andrologica rigorosa,che coinvolga l'apparato vascolare ed ormonale.Quanto alla porno dipendenza,non mi sembra che la frequenza riferita sia tale da giustificare preoccupazioni eccessive.Approfitti della collaborazione della ragazza e,dopo la diagnosi andrologica,e la eventuale terapia,consulti anche uno psicosessuologo.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
Grazie Dottore della risposta tempestiva, è stato molto chiaro!
Un'ultima cosa, nel frattempo potrebbe essere utile provare a sospendere il minxodil topico per qualche giorno per vedere se c'è un cambiamento oppure non ne vale la pena e conviene aspettare la visita?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...sospenda il minoxidil,così da favorire l'approfondimento diagnostico.Cordialità.
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Ragazzo,
come suggerito dal Dr.Izzo, un approfondimento diagnostico sarebbe utile, ma anche una consulenza psico-sessuologica, vista la sua giovane età.

Lei scrive:
"Recentemente ho provato ad avere un rapporto (era la mia prima volta) con la mia ragazza senza successo", le prime volte sono già fortemente ansiogene, il non avere inoltre una memoria corporea del piacere ed uno storico sessuale che possa coprire le spalle, peggiora la situazione.

Alla sua età queste problematiche si risolvono velocemente, stia sereno

Spesso il minoxidil viene imputato di gravi colpe, ma se si analizza lo storico sessuale del paziente, forse qualche quota d'ansia c'era anche prima.
Le allego questa lettura proprio sul farmaco inquisito .

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/3273/Perdita-di-capelli-finasteride-e-disfunzioni-sessuali
[#5] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
Chiarissimi grazie molte!