Utente 252XXX
Salve, poco fa mi è capitata una cosa stranissima e non me ne so dare una spiegazione su cosa possa essere. Ero a letto ad un tratto mio fratello si alzò perché sentiva rumori fuori e mi fece spaventare, poi andò fuori in balcone e venne a chiamarmi per uscire anche io, iniziai ad andare in ansia, arrivai fuori e il cuore mi andava a mille, sembrava non respirassi bene e il solito fischio che sento respirando ( perennemente perché ho trachea infiammata cronica), lo sentii nel petto o meglio ogni battito era un rumore cioè sembrava un battito forzato come quando si strofina da qualche parte un oggetto. Mi sono messa davvero paura ma una volta entrata dentro e quindi calmata perché ho visto che non era successo nulla, è tornato tutto alla normalità anche se un po' di agitazione interna mi è rimasta. Cosa sarà stato mai è normale quel rumore che ho avvertito?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si tranquillizzi, il cuore non fa rumori udibili con le orecchie
Arrivederci
cecchini
[#2] dopo  


dal 2013
Era un rumore che sentivo internamente ma era così forte che sembrava avesse l'amplificatore, sicuramente erano i battiti troppo accelerati che facevano ciò.
[#3] dopo  


dal 2013
Salve dott. volevo chiedere un parere, venerdì ho avuto una visita otorinolaringoiatra con laringoscopia, ho problemi di respirazione, senso di mancanza di ossigeno e naso sempre tappato con gola perennemente infiammata, praticamente mi ha trovata ridotta male, turbinati con infiammazione cronica, setto nasale deviato, mucose infiammate e tutto ciò dovuto all'allergia e anche il reflusso gastroesofageo non aiuta. Mi ha detto l'otorino che la cosa ideale sarebbe l'intervento ma che non risolve il problema in quanto, l'allergia rimarrà ugualmente così, mi ha prescritto una cura per un mese e poi fare un esame istologico nasale e la visita di controllo. La cura che mi ha prescritto è: Nasir lavaggi di acqua fisiologica 4 volte al dì e Avamys 2 puff a narice 2 volte al dì.Adesso siccome soffro di tachicardia sinusale e in passato ho usato Avamys ma mi è stato fatto sospendere perché porta problemi cardiaci e sostituito con Nasonex dal mio medico curante, vorrei sapere se mi comporta rischi. Mio cugino l'ha dovuto sospendere perché gli portava tachicardia ma so anche che Avamys è cortisone mentre Nasonex antistaminico e visto il mio quadro clinico a me serve il cortisone. Qualche mese fa anche il mio medico curante parlandogli dei miei disturbi mi disse che piuttosto dell'antistaminico a me servirebbe il cortisone ma alla fine, mi disse di fare lavaggi con acqua di Sirmione. Adesso posso continuare a fare i puff di Avamys o è meglio non utilizzarlo?
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il dosaggio di cortisonico contenuto nell' Avamys la tachicardizzerebbe molto meno dell'ansia che traspare dai suoi scritti.
Lo prenda tranquillamente
arrivederci
[#5] dopo  


dal 2013
La ringrazio.....comunque io intendevo che dato che io già sono tachicardica di mio se questo farmaco potrebbe complicare la mia tachicardia, aumentandola o facendo qualche effetto più grave e no se la tachicardia portata da questo fosse maggiore o minore di quella che ho quotidianamente. Comunque ho già cominciato la cura, era giusto per sapere se andrò in contro a qualcosa di pericoloso.
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
assolutamente no.
Lei e' troppo agitata.
con questo la saluto
cecchini
[#7] dopo  


dal 2013
La ringrazio nuovamente. Io sarò agitata ma di sicuro con gli altri parlo con calma, non uso toni scontrosi. Con questo la saluto anche io.
[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi io non sono scontroso. Cerco di non essere inutilmente prolisso.
Le persone, specie quelle ansiose, hanno bisogno di informazione precise e non di nebulosi discorsi.
Quindi l essere conciso è una tecnica efficace proprio per quei pazienti che sono frastornati da un sacco di informazioni errate che si trovano in rete.
Arrivederci
[#9] dopo  


dal 2013
Bisogna essere coincisi nel suo mestiere. Infatti io cerco informazioni precise e se le ho posto queste domande è perché volevo sapere. Le sue risposte sono state utili come sempre ma quel " con questo la saluto", poteva risparmiarsela è stato come dire : le ho detto di no e non rompa più. Se lei si trova su questo sito è per dare informazioni ai pazienti, se non ne vuole dare si annoia credo sia meglio eliminarsi. Io ho fatto alcune domande sui miei sintomi, non le ho mica detto mi salvi, faccia il miracolo o chissà cosa. Se io sono tachicardica di natura (ansia o quello che sia), è giusto che se devo assumere un farmaco che porta tachicardia, mi informa se vado incontro a qualcosa o la cosa rimane quella che è. Adesso la saluto e mi dispiace per questo diverbio che si è creato tra di noi. Chiedo scusa per ciò che ho detto ma sono coincisa anche io, dico quello che penso.
[#10] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Con questo la saluto significa, per me, ...tutto qui.
E che quindi lei deve curare la sua ansia e non curare il suo cuore
Se lei vuole interpretare come vuole e' liberissima di farlo.
tenga presente che ho risposto a migliaia di quesiti come il suo, gratutitamente e da anni; se i quesiti mi "rompessero" non parteciperei a Medicitalia.
Arrivederci