Utente 260XXX
salve, sono la mamma di una bimba di due mesi e sono preoccupata in quanto la mia bimba nata con infezione congenita da citomegalovirus e nata prematura alla 35 settimana, ha fatto lo screening uditivo e i risultati delle otoemissioni sono stati: pass nell orecchio destro e refer nell orecchio sinistro. L audiologo mi ha consigliato di riprovare il test tra un mese e mi ha detto di non preoccuparmi perche potrebbe essere un problema di muco e catarro che non fa passare il segnale. Mi ha anche detto che nel peggiore dei casi se la bambina non dovesse sentire da un solo orecchio avrebbe comunque uno sviluppo normale perche sente dal destro,. cosa ne pensa? potrebbe essere davvero il muco o è stato provocato dal citomegallovirus? è vero che comunque avrebbe un normale sviluppo linguistico e non gravi problemi a livello di vita sociale?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
283864

Cancellato nel 2015
Gentile Utente,
concordo con il collega sul fatto che potrebbe essere un problema catarrale a portare ad una cattiva "registrazione" delle otoemissioni, quindi mi raccomando: lavaggi nasali tutti i giorni fino al giorno del prossimo test.
Il fatto dell'infezione da citomegalovirus e la prematurità sono considerati "fattori di rischio" fino ai 2 anni, quindi la sua bambina dovrebbe ripetere in ogni caso i controlli audiologici con una cadenza periodica.
L'immaturità alla nascita peraltro porta comunque ad un "ritardo" nella maturazione delle vie uditive.
Aspetti il mese prossimo, e poi ci faccia sapere.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
salve, la bimba ha fatto per due volte le otoemissioni e il risultato è stato refer nell orecchio sinistro, db ha fatto l ABR e il risultato è stato IPOACUSIA BILATERALE destro 45 db e sinistro 85 db. come mi consiglia di fare? grazie
[#3] dopo  
283864

Cancellato nel 2015
Cara Signora,
Sono sicura che i colleghi le avranno già spiegato come si procede in questi casi. Il fatto è che c'è solo da attenersi ad un protocollo, sia per ulteriori esami, come la consulenza genetica, che per l'eventuale protesizzazione.
Rimango sempre, comunque, a sua disposizione,
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
grazie per la risposta. la bimba sta ripetendo tutti gli esami ma la mia preoccupazione è che durante i primi mesi di gravidanza ho avuto il citomegalovirus quindi ho paura che l'ipoacusia sia dovuta al virus e che progredisca. come si fa a stabilire se il deficit è legato al virus? e come fare per non fare progredire il deficit?
[#5] dopo  
283864

Cancellato nel 2015
Gentile Utente,
sono certa che sarà il pediatra a consigliare le analisi adeguate per confermare se sia avvenuta l'infezione in gravidanza.
Per la progressione che avrà l'ipoacusia, bè, quella purtroppo si stabilisce solo con il passare del tempo, ma non si bagni prima che piova.
Con i miei migliori auguri per la piccola,