Utente 302XXX
Buongiorno,ho riscontrato un problema in mio figlio. Lui ha 14 anni, erano un pò di giorni che lo vedevo turbato,allora insistendo molto sono riuscita a farmi dire cosa fosse accaduto ed io verificato io stessa il problema: Durante la masturbazione,(che stava avvenendo in modo "diverso" dal solito,perché era seduto alla scrivania,quindi poteva limitarsi a sfregarlo con due dita) seguita poi da una eiaculazione,mio figlio si è accorto che il suo pene si era gonfiato moltissimo da un lato soprattutto e al livello del glande,una tumefazione estesa nel senso della lunghezza e anche molto ingente,spaventato si è coperto,in attesa che si sgonfiasse. Ha ricontrollato circa mezz'ora dopo ed il suo pene aveva subito un importante cambiamento che io stessa ho verificato,si è "ridotto" ed è diventato molto più scuro! Mi spiego meglio,il pene da "moscio" è notevolmente più piccolo di prima,tanto che la pelle del prepuzio che sporge è molta,mentre prima copriva il glande solo in parte,è diventato inoltre più scuro sostiene mio figlio,io il colore onestamente non lo ricordo. In erezione invece non ha subito nessun danno,è sempre stato nella norma come lunghezza e molto ampio in larghezza e mi sembra (e anche a lui) che in erezione sia tutto come prima,mi ha confessato infine che FUNZIONA bene diciamo.
Ora però lui è disperato ed io non so che fare,possibile che un Pene possa in seguito ad un trauma a questa età,perdere di dimensioni (ripeto solo in flaccidità) e diventare più scuro? Io mi ricordo bene com'era prima,perché il medico pediatra lo aveva visitato poco fa ed il cambiamento è evidente,ma lo stesso pediatra non ha mai sentito nulla del genere. In attesa di un consulto specialistico diretto,mi rivolgo a voi disperata,che può essere successo? È grave? Avrà delle conseguenze? Mio figlio è distrutto da questa cosa.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

non si preoccupi, non dovrebbe essere nulla di grave, infatti sembrerebbe trattarsi di postumi da trauma un trauma prodotto da una intensa masturbazione che probabilmente ha determinato la rottura di qualche capillare superficiale che ha lasciato segni di un ematoma, tuttavia sarebbe necessario un consulto diretto con il suo pediatra per confermare la diagnosi.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
Si ma mi chiedo come sia possibile che siano cambiate le dimensioni del suo pene? L'evento "traumatico" si è verificato un mese e mezzo fa ed io l'ho saputo (e quindi ho verificato "il cambiamento" solo ora) possibile che sia cambiata la morfologia del pene?e che sia rimasta così in modo credo ormai irreversibile (un mese e mezzo mi sembra abbastanza)?
[#3] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
Scusi se insisto proprio sulla questione dimensionale ma mi ha lasciato notevolmente sconcertata ed è quello che distrugge psicologicamente mio figlio,com'è possibile ci chiediamo? Lei conosce il problema? Si può risolvere?
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
se non ci sono lesioni a livello dei corpi cavernosi e della struttura che li avvolge non è possibile che si sia verificato un cambiamento dimensionale e comunque poichè da questa postazione non è possibile fare di più, è necessaria una visita specialistica.

Cordialità