Utente 304XXX
A seguito di visita medico sportivo per certificato agonistico nel mese di febbraio 2013 scopro:
ECO: Normali dimensioni del ventricolo sn (ai limiti superiori), normale funzione contrattile FE 60%. Valvola aortica bicustipe, ispessita, con insufficienza moderata. Normale dimensione dell'aorta ascendente. Normale dimensione dell'atrio sn. Normali dimensioni delle sezioni dx. Normale pattern di riempimento diastolico.
TEST ERGONOMETRO: Nella norma.
ECOESOF: Valvola aortica bicuspide, con insufficienza di grado lieve medio. Ectasia lieve della radice aortica, 4,19. Ventricolo sinistro lievemente dilatato (TD 6.25), con normale frazione di eiezione 60%. Normale contrattilita ventricolare.
TERAPIA: Triatec 2,5 mg Mattina - cardicor 1,25 mg sera.
DOMANDA: Pratico sport (ciclismo, podismo) sin da bambino a livello agonistico. Quest’anno ho scoperto la suindicata diagnosi (febbraio 2013). Durante allenamenti e gare arrivavo fino a 180 battiti misurati con cardiofrequenzimetro. Per adesso i sintomi sono: leggero dolore localizzato sotto il capezzolo sx e sul lato sinistro, spalla sx che va e viene, comparsi a dicembre 2012. Il cardiologo mi ha riferito che dovrò controllarmi una volta l'anno e durante la giornata non devo fare sforzi. Dovrò abituarmi anche all’idea di un intervento tra circa 10 anni per cambiare la valvola. Premesso quanto detto la mia domanda è: posso fare sport non agonistico (Ciclismo e/o podismo) senza superare i 130 - 140 batti portando il cardio Freq.? Per quanto tempo? Va bene con la bici 2 / 3 ore e con la corsa 1 ora, senza fare salite? Poiché vi è qualcuno che dice che non devo fare sport che peggioro, altri dicono che se smetto il cuore si rilassa ed è peggio, oltre al fatto che metto peso e fa sempre male al cuore. Io ho pensato di operarmi subito, senza aspettare tra 10 anni che peggiora, almeno risolvo il problema e posso comunque ritornare a fare una vita nomale credo!!! Inoltre quale ospedale è all'avanguardia per sostituzione valvola senza fare un'operazione del tutto invasivo? Cosa mi consigliate?
GRAZIE IN ANTICIPO

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Al momento dai dati che lei riporta non c'è indicazione all'intervento (e non è detto che ci sia tra 10 anni, anche se le probabilità sono elevate). L'attività sportiva agonistica è assolutamente controindicata e anche per gli sport dilettantistici occorre evitare quelle attività che comportano impegno fisico di un certo rilievo (come il confronto in ogni caso). La bicicletta potrebbe andar bene, ma ho qualche perplessità che uno sportivo che ha svolto attività agonistica nel settore abbia la capacità di limitarsi tanto da evitare sforzi (al di là del cardiofrequenzimetro) che possano essere responsabili di incremento dei valori pressori. Infatti al momento la cosa più importante è evitare che la pressione raggiunga valori al di sopra di quelli normali (evitare quindi sforzi ed emozioni). Intelligenti pauca........(la vita è più importante dello sport)
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 304XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per l'attenzione datami e per il consulto, sono pienamente d'accordo con Lei, infatti ho smesso già da tempo dal fare attività agonistica (gare e allenamenti impegnativi). Attulmente esco in bici, come ho già detto con il cardio e non supero i 120 - 130 battiti, da solo e non con gli amici appunto per evitare l'agonismo. Secondo Lei rispettando questi canoni può peggiorare la valvola o comunque può fare bene al mio fisico? Per quanto riguarda questi dolori al petto (la mattina quando mi sveglio è come se avessi ricevuto un pugno sulle costole) ho fatto anche le radiografie al torace e non risulta nulla. Posso sottopormi a qualche altro esame o visita per venirne a capo?
Grazie