Utente 586XXX
Preg.mo Dottore,
ho sempre avuto un lieve prolasso mitralico e nessun cardiologo cui mi sono rivolto per una visita mi ha riferito di prendere delle precauzioni se non di sottopormi ad esami di rutine anche perchè soffro di una leggera pressione arteriosa per la quale assumo il mattino 1/2 compressa di 50 mg di atenololo e la sera 1 compressa di plaunac di 10 mg.
Ad un controllo della pressione presso il pronto soccorso della mia città il medico di guardia mi ha fatto visitare da un cardiolago per verificare se i farmaci andavano bene.In quell'occasione mi è statoraccomandato di eseguire un ecocardiogramma sotto sforzo senza necessità di urgenza,un ecocardiogramma completo ogni 6 mesi (mi sembra di aver capito così)e una "profilassi antibiotica vs endocardite batterica in caso di procedure interventistiche".
L'altro giorno mi sono recato dal dentista per la cura di un dente, che mi è stato devitalizzato, e alla mia richiesta se dovevo assumere un antibiotico per la lieve forma del prolasso mitralico mi ha assicurato che non era necessario se non in casi estremi.
Chiedo come comportarmi, e soprattutto in questi casi?
Ringrazio ed invio cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Mi sembra che ci sia stata una sopravalutazione del problema valvolare.... effettivamente non è necessario eseguire una profilassi antibiotica se la valvola non è compromessa (come può accadere invece in presenza di malattia reumatica, ma non mi sembra il suo caso.....). Per la terapia dell'ipertensione non condivido l'assunzione serale del Plaunac (per me và somministrato al mattino). E' utile valutare l'efficacia della terapia antipertensiva con un Holter pressorio delle 24 h da effettuarsi nella stagione invernale.
cordialità
[#2] dopo  
Utente 586XXX

Iscritto dal 2008
Preg.mo Dr.Mariano Rillo,

innanzitutto ringrazio della sua sollecita e esauriente rispostai.Già ho assunto questa mattina la compressa di Plaunac - come suggerito da lei - e questa sera assumerò Atenololo.(inizialmente il cardiologo mi aveva prescritto Atenololo 1/2 di 50mg e Lasix 1/2 di 25mg; un altro invece aveva ritenuto opportuno sostituire Lasix con Paunac 10mg e alla mia richiesta che quest'ultimo farmaco "non deve essere assunto se è affetto da calcoli biliari"come recita il foglioi illustrativo,ed io ho purtroppo un calcolo alla cistifellea da anni che non mi procura problemi, mi aveva risposto di prenderlo normalmente .Ma lei cosa ne pensa?).
Per quanto riguarda l'Holter Pressorio le comunico di esseremi sottoposto nel lontano mese do ottobre del 2007con nessun commento o indicazioni da parte del cardiologo dell'ospedale che lo ha interpretato,ma un altro mi ha fatto presente che in genere non ci sono problemi di sorta.Forse conviene ripeterlo?
Poi nel mese di ottobre del 2010 mi sono sottoposto ad un ecocardiogramma color doppler con la seguente conclusione"Ventricolo sx di normali dimensioni,con lieve ipertrofia settile e buona cinetica globale e regionale.Atrio sinistro,sezione destre e radice a ortica normali.Atteggiamento prolassante (non vero prolasso) del LPM con lieve insufficienza associata.IT lieve con stima di PAPs nei limiti della norma.Ridotto rilasciamento diastolico".Ho ripetuto l'ecocardiogramma presso il Centro Cardiologico Monzino di Milano nel dicembre 2011 con il seguente commento"Normali dimensioni della radice aortica,dell'aorta ascendente.Arco aortico non esplorabile,
Valvola aortica normale per anatomia e dinamica.
Valvola mitralica normale per anatomia e dinamica,al Doppler trascurabile insufficienza,fisiologica.
Atrio sinistro di normali dimensioni.
Ventricolo sx di normali dimensioni cavitarie,spessori,cinesi parietale segmenterai e funzione sistolica.
Patter diastolica mitralico,venoso polmonare,DTI (E/e' = 9) come da normali pressioni di riempimento.
Settore dx normale per dimensione e funzione (TAPSE 27 mm). Setto interastrale apparentemente integro.
Fisiologica insufficienza tricuspidale da cui si stima indirettamente normale pressione sistolica polmonare.
Pericardio nella norma". Conclusioni: Esame nei limiti di norma.
Infine le chiedo cosa si intende con l'espressione "Deviazione assiale sx. Blocco incompleto di branca destra".
Qualche problema può sussistere anche data la mia età,mi avvicino ai 70 anni.
Mi perdoni se mi sono permesso di dilungarmi un po'!La ringrazio e la saluto cordialmente.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Guardi da quanto riporta lei conferma la mia idea che non ha grandi problemi e l'unica vera patologia da continuare a trattare è l'ipertensione arteriosa. Per quanto riguarda l'Olmesartan (il principio attivo del Plaunac), poichè una grande quantità della molecola assorbita (intorno al 60%) viene eliminata attraverso la via epatobiliare, l'assunzione in pazienti con ostruzione biliare è controindicato. Nel suo caso la presenza di calcoli della cistifellea non esprime matematicamente un'ostruzione delle vie e quindi và posta sicuramente cautela,ma non rappresenta una controindicazione assoluta. Per il blocco incompleto della branca destra e l'asse deviato (forse un emiblocco anteriore sinistro) si tratta di alterazioni della conduzione dell'impulso elettrico del cuore, al momento non preoccupante.
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 586XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio di cuore dr.Mariano Rillo per la sua risposta esaustiva.Terrò presente il suo consiglio per trattare l'ipertensione arteriosa che mi si è manifestata in modo altalenante alcuni anni fa ed è veramente strano io che sono magro, mi muovo abbastanza e vado in bici e non mi stanco affatto.Sarà un po'di stress.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente, probabilmente lo stress non c'entra nulla....così come se bastasse essere magri e andare in bicicletta senza stancarsi a 74 anni, nessun paziente di questa età come lei avrebbe problemi salutari....e purtroppo così non è. Se le è stata diagnosticata da medici l'ipertensione arteriosa al punto da trattarla con farmaci associativi e di una certa efficacia come l'atenololo e l'olmesartan è perchè lei è portatore di valori pressori patologici. Piuttosto riduca drasticamente il sale da cucina nella sua alimentazione (se non l'ha già fatto) e stia anche attento ai grassi alimentari.
saluti
[#6] dopo  
Utente 586XXX

Iscritto dal 2008
Preg.mo Dr. Mariano Rillo,
mi perdoni se mi permetto di rivolgermi ancora una volta e dopo un lasso di tempo per chiedere se bisogna assumere ad ogni costo Atenololo e non un eventuale altro farmaco in quanto sembrerebbe che, da alcune informazioni assunte, i Beta bloccanti potrebbero far aumentare la glicemia.Infatti da quando assumo questo farmacio la glicemia si è alzato se pur di poco.L'ultimo controllo del 12 agosto ha evidenziato l'emocromo nella norma;la glicemia 111.00 mg/dl (riferimento (65.00 - 110,00); un po' mosse le AST 47 U/l (riferim.(<40) - GGT 58 U/l (riferim. infer.a 56) - ALT 35 U7l (riferim. infer. a 56).Anche gli esami delle urine sono risultati normali,ad eccezione del pH 5.0 (Riferim.5.5 - 7.0) come pure l'Urinocoltura.
Inoltre all'inizio di quest'anno mi sono sottoposto all'esame della curva da carico di glucosio da 75 g con il seguenti risultato:
Glicemia a digiuno 110.00 mg/dl inf. a 1.10
Glicemia dopo 120' dal carico 135.00mg/dl inf. a 1,40
Emoglobina glicata (HbA1C) 6.0 mg/dl (4.3 - 6.1).
Cosa ne pensa dottore?E' possibile quindi sostituirlo con altro farmaco,come è avvenuto Lasix con Plaunac?
La ringrazio e la saluto cordialmente.