Utente 501XXX
Sono una signora di 56 anni e parecchi anni fà mi è stato diagnosticato un calcolo alla coliciste. L'ultima ecografia fatta è del 17/03/2006 e dice: NON SI ODDERVA PATOLOGIA DI TIPO ESPANSIVO A CARICO DEGLI ORGANI ADDOMINALI. FEGATO DI DIMENSIONI NORMALI, CON ECOSTRUTTURA E MORFOLOGIA REGOLARI; IN ATTO NON SI APPREZZANO LESIONI MODULARI SOLIDE SOSPETTE. ASSE SPLENO-PORTALE NORMALE PER DECORSO E CALIBRO; ASSENTE SPLENOMEGALIA.
VIE BILIARI INTRA ED EXTRAEPATICHE NON DILATATE. COLECISTI BEN DISTESA, CON PRESENZA DI CONCREZIONE CALCOLOTICA IN SEDE FUNDIBOLARE, DEL DIAMETRO DI 2 CM.CIRCA, CUI SI ASSOCIA BILE DENSA, CON QUALCHE MICROCALCOLO NEL CONTESTO. NULLA DA SEGNALARE NELLA REGIONE CEFALICA DEL PANCREAS. RENI IN SEDE, NORMALI PER DIMENSIONI, MORFOLOGIA ED ECOSTRUTTURA, ESENTI DA PATOLOGIA ESPANSIVA SOLIDA O CISTICA SOSPETTA. NON DILATAZIONE DELLE VIE URINARIE.
Premetto che non accuso alcun disturbo "se mantengo una alimentazione adeguata e se rimango serena". Vorrei chiederLe cortesemente se ritiene di dover fare altri esami più approfonditi o se è il caso di operare ad evitare che tali calcoli possano degenerare. Rimango in attesa di una Sua cortese risposta e cordialmente la saluto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
la presenza di calcoli della colecisti non determina una automatica indicazione all’intervento chirurgico; In relazione a quanto da Lei riferito:”…. non accuso alcun disturbo se mantengo una alimentazione adeguata e se rimango serena…” forse sarebbe il caso di sottoporsi a visita al fine di attuare una raccolta anamnestica (storia clinica-sintomi) corretta ed accertare eventuale presenza di ‘sintomatologia’ da Lei non specificata. Mi spiego meglio, ad esempio: in relazione all’alimentazione o meno ha mai presentato sintomi con caratteristiche di una colica biliare ?, quale è stata la motivazione che ha determinato l’indicazione all'ecografia addominale ? ha altri disturbi-sintomi da ricollegare all'apparato gastro-enterico-biliare ?, come sono i suoi esami ematici ?, etc.... Queste ed altre domande avranno una risposta SOLO dopo valutazione presso il Suo medico di fiducia o specialista chirurgo (calcolosi della colecisti sintomatica o asintomatica ?).
Cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli
[#2] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
la collega che mi ha preceduto ha già espresso una valutazione con la quale concordo pienamente. Voglio solo aggiungere, come ulteriore contributo per tranquillizzarla, che è esclusa qualunque possibiltà di degenerazione dalla sola presenza di calcolo della colecisti.
Cordiali saluti.